Apri il menu principale
Typhon
(42355 Typhon)
Scoperta5 febbraio 2002
ScopritoreNEAT
ClassificazioneOggetto transnettuniano
Designazioni
alternative
2002 CR46
Parametri orbitali
(all'epoca K074A)
Semiasse maggiore37,9768956 UA
Inclinazione
sull'eclittica
2,43025°
Eccentricità0,5385108
Longitudine del
nodo ascendente
351,97472°
Argom. del perielio159,06440°
Anomalia media1,37131°
Par. Tisserand (TJ)4,680 (calcolato)
Dati osservativi
Magnitudine ass.7,2

42355 Typhon è un oggetto transnettuniano. Scoperto nel 2002, presenta un'orbita caratterizzata da un semiasse maggiore pari a 37,9768956 UA e da un'eccentricità di 0,5385108, inclinata di 2,43025° rispetto all'eclittica.

Keith S. Noll, Denise C. Stephens, Will M. Grundy e Harold Levison, analizzando immagini riprese dal telescopio Hubble, hanno individuato nel 2006 un satellite che ha ricevuto la designazione provvisoria di S/2006 (42355) 1 per poi essere ribattezzato (42355) I Echidna. Il satellite ha un diametro di 89±6 km pari a circa metà di quello della componente principale per cui è stato stimato un diametro di 162±7 km. Il satellite orbita ad una distanza di circa 1.300 km, impiegando circa 11 giorni a completare una rivoluzione.[1][2]

L'asteroide e la sua luna sono dedicati rispettivamente a due figure della mitologia greca: il mostro Tifone e la sua compagna Echidna.

NoteModifica

  1. ^ Noll, Keith S.; Levison, Harold F.; Grundy, Will M.; Stephens, Denise C., Discovery of a binary Centaur, in Icarus, vol. 184, nº 2, ottobre 2006, pp. 611-618, DOI:10.1016/j.icarus.2006.05.010.
  2. ^ J.A. Stansberry, W.M. Grundy, M. Mueller, S.D. Benecchi, G.H. Rieke, K.S. Noll, M.W. Buie, H.F. Levison, S.B. Porter, H.G. Roe, Physical properties of trans-neptunian binaries (120347) Salacia–Actaea and (42355) Typhon–Echidna, in Icarus, vol. 219, giugno 2012, DOI:10.1016/j.icarus.2012.03.029.

Collegamenti esterniModifica