A Hero's Death

(Reindirizzamento da A Hero's Death (album))

A Hero's Death è il secondo album in studio della band post-punk di Dublino Fontaines D.C. . È stato pubblicato dalla Partisan Records il 31 luglio 2020[1], ricevendo il plauso della critica al momento della sua uscita, e marcando un parziale allontanamento dal suono post-punk spumeggiante e ansiogeno del primo disco per incorporare suoni più onirici e psichedelici, ispirati da gruppi quali Beach Boys, Suicide, Beach House, These Immortal Souls e Broadcast[2].

A Hero's Death
album in studio
ArtistaFontaines D.C.
Pubblicazione31 luglio 2020
Durata46:45
Dischi1
Tracce11
GenerePost-punk
EtichettaPartisan Records, Rough Trade Records
ProduttoreDan Carey
RegistrazioneFebbraio – Aprile 2020
Fontaines D.C. - cronologia
Album precedente
(2019)
Album successivo
(2022)
Singoli
  1. A Hero's Death
    Pubblicato: 5 maggio 2020
  2. I Don't Belong
    Pubblicato: 9 giugno 2020
  3. Televised Mind
    Pubblicato: 30 giugno 2020

Scrittura e registrazione dell'album modifica

Dopo l'uscita di Dogrel, nella primavera del 2019 i Fontaines D.C. hanno intrapreso un tour con la band punk rock britannica IDLES in Nord-America da marzo a maggio 2019 e in Europa in diversi festival musicali estivi tra cui Glastonbury, Roskilde, Viva, StereoLeto, TRNSMT, Dour, Y Not, Haldern Pop e Ypsigrock. Dopo il circuito dei festival estivi europei, nell'autunno 2019 la band ha intrapreso un tour nordamericano e poi europeo che si è concluso a febbraio 2020. Tra la metà di febbraio ed aprile 2020 la band ha iniziato a registrare materiale per il suo secondo album in studio con la produzione di Dan Carey, lo stesso che ha prodotto il loro album di debutto Dogrel[2]. Il 5 maggio 2020, la band ha pubblicato il singolo A Hero's Death con un video musicale corrispondente, annunciando contemporaneamente l'uscita dell'album per il 31 luglio 2020[3][4]. Secondo il cantante Grian Chatten il titolo dell'album è stato ispirato da un verso di un'opera teatrale dello scrittore irlandese Brendan Behan[3][4]. La copertina dell'album presenta una statua del semidio mitologico irlandese Cú Chulainn intitolata "The Dying Cuchulain" di Oliver Sheppard[5].

Accoglienza e critiche modifica

Recensioni professionali
RecensioneGiudizio
AllMusic[6]     
Clash[7]          
DIY[8]     
The Independent[9]     
The Guardian[10]     
The Irish Times[11]     
The Line of Best Fit[12]          
NME[13]     
Pitchfork[14]          
Q[15]     
Rolling Stone[16]     
AnyDecentMusic?[17]          
Metacritic[18]          
Piero Scaruffi[19]          

Come il precedente Dogrel, A Hero's Death ha ricevuto il plauso generale dalle riviste specializzate e viene talvolta considerato da esse il miglior album dell'anno.[20][21] Sul sito web aggregatore di recensioni Metacritic, l'album ha una valutazione media ponderata di 84 su 100 sulla base di 23 recensioni della critica[18], stessa valutazione dell'altro sito web aggregatore di recensioni AnyDecentMusic?[17].

Elizabeth Nelson di Pitchfork descrive A Hero's Death come "inebriante, divertente e senza paura"[14], mentre Ben Beaumont-Thomas del Guardian dichiara che i Fontaines D.C. "ci consegnano un secondo album difficile ma potente, fatto di una scrittura che guarda la vita dritta in faccia"[10].

Alcuni critici riportano qualche dubbio in più, come Liam Martin di AllMusic che sostiene che il secondo sforzo del gruppo non è all'altezza del loro debutto in quanto manca dei suoi singoli forti e della sua atmosfera sudata, come se qualcuno avesse acceso l'aria condizionata"[6], concedendo comunque che si tratta sempre di un grande album, pieno di cose da amare"[6]. Molto meno convinto è Piero Scaruffi che assegna ad A Hero's Death un 4,5/10 sostenendo che l'album "ha troppe ballate e litanie midtempo".[19]

Tracce modifica

Testi e musiche di Fontaines D.C..

  1. I Don't Belong – 4:31
  2. Love Is the Main Thing – 3:54
  3. Televised Mind – 4:10
  4. A Lucid Dream – 3:54
  5. You Said – 4:36
  6. Oh, Such a Spring – 2:33
  7. A Hero's Death – 4:18
  8. Living in America – 4:56
  9. I Was Not Born – 3:50
  10. Sunny – 4:53
  11. No – 5:10

Formazione modifica

Gruppo modifica

Produzione modifica

Singoli tratti dall'album modifica

Il primo singolo tratto da A Hero's Death è stata la sua title track, che è stata pubblicata il 5 maggio 2020 insieme al video musicale. Il video è stato diretto da Hugh Mulhern e prodotto da Aaron McEnaney e Theresa Adebiyi. Il video musicale presenta uno spettacolo immaginario a tarda notte chiamato The Georgie Barnes Show con protagonista un ospite di talk show stanco di nome Georgie Barnes (interpretato da Aidan Gillen) il cui co-conduttore è un burattino. Il presentatore del talk show introduce il video mentre saluta la band prima che suonino una canzone nello show, accorgendosi tuttavia che la band sembra mostrare più apprezzamento al burattinaio (Bryan Quinn) e al burattino piuttosto che al presentatore stesso.

Il secondo singolo dell'album, "I Don't Belong", è stato pubblicato il 9 giugno 2020, seguito da "Televised Mind" il 30 giugno 2020[22]. Conor Deegan III ha diretto il video di "I Don't Belong", mentre Mulhern è tornato a dirigere il video di "Televised Mind",

Note modifica

  1. ^ A hero's death by FONTAINES D.C. on Apple Music, su music.apple.com, iTunes. URL consultato il 25 agosto 2020.
  2. ^ a b (EN) Alex Gallagher, Fontaines D.C. Announce New Album 'A Hero's Death', Share Title Track, su musicfeeds.com.au, 6 maggio 2020. URL consultato il 25 agosto 2020.
  3. ^ a b (EN) Noah Yoo, Fontaines D.C. Announce New Album A Hero's Death, Share Video for New Song: Watch, su pitchfork.com, Pitchfork, 5 maggio 2020. URL consultato il 25 agosto 2020.
  4. ^ a b (EN) Matthew Neale, Fontaines D.C. announce new album 'A Hero's Death' and share first single, su nme.com, NME, 5 maggio 2020. URL consultato il 25 agosto 2020.
  5. ^ (EN) Stair Na Héireann, The Legend of Cú Chulainn, su stairnaheireann.net, 25 maggio 2020. URL consultato il 25 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 6 dicembre 2020).
  6. ^ a b c (EN) Liam Martin, a hero's death, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 25 agosto 2020.
  7. ^ (EN) Susan Hansen, Fontaines D.C. - A Hero's Death, su clashmusic.com, Clash, 27 luglio 2020. URL consultato il 25 agosto 2020.
  8. ^ (EN) Sarah Jamieson, Fontaines DC – A Hero's Death, su diymag.com, DIY, 31 luglio 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.
  9. ^ (EN) Roisin O'Connor, Fontaines DC review, A Hero's Death: Band address their own self-doubt while proving they have plenty more to say, su independent.co.uk, The Independent, 31 luglio 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.
  10. ^ a b (EN) Ben Beaumont-Thomas, Fontaines DC: A Hero's Death review – all the joy and despair of youth is here, su theguardian.com, The Guardian, 30 luglio 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.
  11. ^ (EN) Tony Clayton-Lea, Fontaines DC: A Hero's Death review - Same band, different songs, same brilliance, su irishtimes.com, The Irish Times, 31 luglio 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.
  12. ^ (EN) Ross Horton, Fontaines DC - Hero's Death, su The Line of Best Fit, 23 luglio 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.
  13. ^ (EN) Will Richards, Fontaines D.C. – 'A Hero's Death' review: excoriating anthems about flirting with self-destruction, su nme.com, NME, 28 luglio 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.
  14. ^ a b (EN) Elizabeth Nelson, Fontaines D.C.: A Hero's Death Album Review, su pitchfork.com, Pitchfork, 31 luglio 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.
  15. ^ (EN) Chris Catchpole, We Are The Champions, in Q, n. 414, agosto 2020, p. 100.
  16. ^ (EN) Kory Grow, Fontaines D.C. Balance Heavy Brooding, Fleeting Positivity on Second Album, 'A Hero's Death', su rollingstone.com, Rolling Stone, 30 luglio 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.
  17. ^ a b (EN) A Hero's Death by Fontaines D.C. reviews, su anydecentmusic.com, AnyDecentMusic?. URL consultato il 25 agosto 2020.
  18. ^ a b (EN) A Hero's Death by Fontaines DC Reviews and Tracks, su metacritic.com, Metacritic. URL consultato il 7 luglio 2020.
  19. ^ a b Fontaines DC, su scaruffi.com. URL consultato il 5 gennaio 2021.
  20. ^ Letizia Bognanni, Fontaines D.C. - A Hero's, in Rumore, dicembre 2020.
  21. ^ I migliori dischi del 2020, su ondarock.it. URL consultato il 5 gennaio 2021.
  22. ^ (EN) Matthew Strauss, Fontaines D.C Share New Song “Televised Mind”: Listen, su pitchfork.com, Pitchfork, 30 giugno 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.

Collegamenti esterni modifica