Apri il menu principale
Adriano Musi

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XVI
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Incarichi parlamentari
  • vicepresidente della VI commissione finanze e tesoro (22 maggio 2008 -)
  • membro della commissione parlamentare per il controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale (4 giugno 2008 -)
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XV
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico - L'Ulivo
Circoscrizione XX (Campania 2)
Incarichi parlamentari
  • membro della V commissione bilancio, tesoro e programmazione (6 giugno 2006 - 29 maggio 2007)
  • membro della VI commissione finanze (29 maggio 2007 - 28 aprile 2008)
  • membro della commissione parlamentare di controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale (25 ottobre 2006 - 28 aprile 2008)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PD
Professione Dirigente sindacale, chimico industriale

Adriano Musi (Arpino, 11 giugno 1948) è un sindacalista e politico italiano.

BiografiaModifica

Ha ricoperto il ruolo di segretario generale aggiunto alla UIL.[1] Presidente del Movimento Repubblicani Europei,[2] è stato eletto nelle elezioni politiche del 2006 alla Camera dei deputati nella lista de l'Ulivo.

Alle elezioni politiche del 2008 è stato eletto al Senato per il Partito Democratico, ricoprendo il ruolo di vicepresidente della Commissione Finanze e tesoro di Palazzo Madama. È stato uno dei due senatori, con Luciana Sbarbati, del Mre all'interno del gruppo del Partito Democratico. È presidente dell'associazione Giovane Europa.[3]. Non ha seguito la collega Sbarbati nell'adesione alla Costituente di Centro ed è rimasto nel gruppo del Partito Democratico al Senato.

Dal giugno 2010 all'ottobre 2011 ha ricoperto il ruolo di commissario del PD Calabria a seguito della nomina da parte del PD Nazionale.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Blog ufficiale, su adrianomusi.it. URL consultato il 4 giugno 2006 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2007).