Apri il menu principale

Adrien d'Orléans

sovrano
Adrien
Conte d'Orléans
In carica ?- ca. 821
Predecessore fu il primo
Successore Oddone I
Morte prima del novembre 821
Padre Geroldo I di Vintzgau
Madre Imma o Emma d'Alemannia
Coniuge Waldrada
Figli Oddone I e
Wiltrude

Adrien o Adriano (... – prima del novembre 821) fu conte d'Orléans, all'inizio del IX secolo, sino all'821.

OrigineModifica

Figlio del conte Geroldo I di Vintzgau[1](dopo il 1º luglio 784[2]-798) i cui ascendenti non sono noti e della pronipote di Goffredo (?-706) duca d'Alemannia, Imma o Emma d'Alemannia[3] (?-798[4]), la cui genealogia ci è pervenuta tramite la Vita Hludowici Imperatoris[5] di Thegano[6] dove risulta che fu madre anche di Ildegarda[6], la seconda (o terza) moglie del re dei Franchi e futuro imperatore, Carlomagno[7]. Adriano quindi era cognato di Carlomagno.

BiografiaModifica

Secondo il Codex Laureshamensis Adriano era già adulto nel venticinquesimo anno di regno di Carlomagno; infatti nel luglio 793, aveva fatto una donazione in favore dell'anima del suo fratello defunto, Erbio[1].

Fu un conte palatino e divenne il primo conte d'Orléans.

Si sa che morì prima del 21 novembre 821, in quanto la moglie Waldrada ed il figlio, Oddone, in quella data fecero una donazione in memoria della sua anima[3].

Matrimonio e discendenzaModifica

Adriano sposò Waldrada (?-dopo il 15 febbraio 824, data in cui Waldrada ed il figlio, Oddone fecero una donazione in memoria dell'anima di Adriano[3]), che gli diede due figli[3]:

NoteModifica

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Letteratura storiograficaModifica

  • Gerhard Seeliger, "Conquiste e incoronazione a imperatore di Carlomagno", cap. XII, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 358–396.
  • Gerhard Seeliger, "Legislazione e governo di Carlomagno", cap. XIV, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 422–455.
  • René Poupardin, Ludovico il Pio, in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 558–582

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica