Enrico del Friuli

Enrico del Friuli (o Erich o Irico di Asti o Erico) (... – Tersatto, 799) fu reggente della contea di Asti ed in seguito conte della marca del Friuli.

BiografiaModifica

Irico era nato a Strasburgo, figlio di Geroldo di Vinzgouw e di Emma d'Alemannia, era fratello di Ildegarda, moglie di Carlo Magno; questo, che era dunque suo cognato, lo investì della marca astigiana. Gli altri fratelli erano Geroldo di Baviera e Adriano d'Orléans.

Il ducato astese durante la dominazione longobarda, era molto vasto e comprendeva tutta la giurisdizione che da Asti andava alle Alpi Cozie.

Carlo Magno aumentò ancora di più la giurisdizione, giungendo fino alla Liguria.

Il Durandi afferma che la contea astigiana andava dal Tanaro all'Orba alle spiagge liguri.

Scopo del sovrano era quello di costruire un forte baluardo contro le incursioni saracene.

Il conte astese, essendosi distinto per le sue eccellenti doti militari, venne trasferito alla marca del Friuli dove combatté contro gli Avari e gli Slavi.[1] Morì durante la campagna contro gli Avari, caduto durante l'assedio della città marittima di Tersatto in un agguanto degli abitanti, unico franco di rilievo a cadere, sempre secondo Eginardo, assieme al fratello e prefetto di Baviera Geroldo.[2]

La morteModifica

«Hastensis humus ploret et Albenganus»

(Paolino d'Aquileia)

Nel 799, il conte Irico muore e il Durandi afferma di aver trovato nelle "Dissertations sur l'histoire eccles. et civile de Paris", scritte dall'abate Le-Beuf, l'elogio funebre di Paolino d'Aquileia, dove cita tutti i territori che sono stati governati dal conte del Friuli, tra cui appunto Asti e Albenga.

Dopo la morte di Irico non esistono più notizie sui conti astigiani per quasi 75 anni.

Il conte successivo che compare è Suppone[3].

NoteModifica

  1. ^ G.Gorrini, Il comune astigiano e la sua storiografia, Firenze 1884
  2. ^ Eginardo, Vita di Carlo Magno, a cura di Valerio Marucci, Salerno Editrice, p. 81, ISBN 978-888-402547-0.
  3. ^ Bordone Renato, Città e territorio nell'alto medioevo. La società astigiana dal dominio dei Franchi all'affermazione comunale. Biblioteca Storica Subalpina, Torino 1980

BibliografiaModifica

  • Cipolla Carlo, Appunti per la storia di Asti, Venezia 1891
  • Gabiani Niccola, Asti nei principali suoi ricordi storici vol 1, 2, 3. Tip. Vinassa 1927-1934
  • Grassi S., Storia della Città di Asti vol I, II, Atesa ed.1987
  • Vergano L., Storia di Asti Vol. 1, 2, 3, Tip. S. Giuseppe Asti, 1953, 1957

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN80347070 · GND (DE135911346 · CERL cnp01146943 · WorldCat Identities (ENviaf-80347070