Africano Fabio Massimo

politico e militare romano
Africano Fabio Massimo
Nome originaleQuintus Fabius Maximus Africanus
GensFabia
PadreQuinto Fabio Massimo
Consolato10 a.C.[1]
Proconsolato5-6 a.C. in Africa

Quinto Fabio Massimo Africano (in latino: Quintus Fabius Maximus Africanus; ... – ...), meglio conosciuto come Africano Fabio Massimo, è stato un politico e militare romano.

Origini familiariModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Gens Fabia.

Africano era il figlio minore di Quinto Fabio Massimo, console suffetto nel 45 a.C., e fratello di Paolo Fabio Massimo, console nell'11 a.C. Discendeva dalla patrizia gens Fabia e quindi dal dittatore Fabio Massimo il Temporeggiatore. L'agnomen Africano gli fu probabilmente dato in onore di un suo lontano parente Publio Cornelio Africano minore, figlio adottivo di Scipione l'Africano.[2]

BiografiaModifica

La vita di Africano è poco conosciuta, ma fu probabilmente tribuno militare in Hispania.[3] Fu certamente console nel 10 a.C. con Iullo Antonio,[1] figlio del triumviro Marco Antonio, e proconsole in Africa nel 5-6 a.C.[4] Ebbe probabilmente una figlia, Fabia Numantina,[5] che però potrebbe anche essere la figlia del fratello Paolo.[6]

NoteModifica

  1. ^ a b Cassio Dione, LV, 1.1.
  2. ^ Syme 1989, pag. 75.
  3. ^ Syme 1989, pag. 324.
  4. ^ Syme 1989, pag. 320.
  5. ^ Syme 1989, pag. 417.
  6. ^ Syme 1989, pag. 59.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica