Apri il menu principale

AirPods

Auricolari Bluetooth

Gli AirPods sono auricolari bluetooth creati da Apple Inc. simili ai precedenti EarPods, ma senza fili. Sono stati presentati il 7 settembre 2016, insieme ad iPhone 7 e iPhone 7 Plus.

Gli AirPods
Gli AirPods Pro

Storia e funzionamentoModifica

Inizialmente Apple aveva previsto la loro uscita entro fine ottobre 2016, ma la società successivamente ha posticipato la data di rilascio fino al 13 dicembre 2016 per i preordini e il 20 dicembre 2016 per la disponibilità negli Apple Store.

Gli auricolari interagiscono con l'utente diversamente dagli EarPods: togliendo un auricolare dall'orecchio, la riproduzione verrà interrotta. Inoltre, facendo "doppio tap" con un dito sugli AirPods si potranno avere effetti diversi a seconda delle impostazioni scelte dall'utente, una per ognuno dei due AirPods (ad esempio "Play/Pausa" sulla destra e "Siri" sulla sinistra).

Possono riprodurre l'audio da qualsiasi dispositivo Apple che supporti il Bluetooth e che abbia installato uno dei seguenti sistemi operativi: iOS 10 (o successivo), watchOS 3 (o successivo) o macOS Sierra (o successivo). Ma anche con dispositivi non Apple

Ciascun AirPod è dotato di due microfoni con tecnologia beamforming, due sensori di prossimità (per rilevare la presenza dell'orecchio), un accelerometro di movimento e un accelerometro vocale.

Con iOS 10.3 è stata aggiunta un'impostazione su Trova iPhone che permette di far emettere un suono alle cuffie in caso vengano perse, se quest'ultime si trovano nel raggio d'azione del Bluetooth[1].

Posseggono il chip W1 e H1 (per la seconda generazione) che permette un'interfaccia migliore con il sistema operativo. Tale chip permette di indossare le cuffie e iniziare ad ascoltare immediatamente senza effettuare il pairing dalle impostazioni Bluetooth: tale processo avviene in automatico

Il 29 marzo 2019 sono stati commercializzati gli AirPods di seconda generazione che presentano diversi miglioramenti, come la funzione "Ehi Siri" utilizzabile senza tenere il telefono vicino e una migliore latenza dell'audio. Sono venduti anche con custodia di ricarica wireless e viene introdotto il nuovo chip H1 che permette, tra le altre cose, di aumentare del 50% la durata della batteria in conversazione e migliorare le prestazioni fino a due volte in fatto di connettività.

Il 28 ottobre 2019 Apple ha annunciato la versione Pro degli AirPods, che è stata immessa in commercio due giorni dopo, il 30 ottobre.[2][3] Gli AirPods sono classificati IPX4 per resistenza all'acqua e al sudore.[2] Gli AirPods Pro includono le funzionalità degli AirPods standard, con una nuova modalità di controllo che impiega un sensore di forza sugli steli.[4] Gli AirPods Pro utilizzano lo stesso chip H1 degli AirPods di seconda generazione che supporta "Hey Siri" a mani libere. Hanno una cancellazione attiva del rumore, realizzata da microfoni che rilevano il suono esterno e altoparlanti che producono esattamente l'antirumore opposto. La cancellazione attiva del rumore può essere disattivata o impostata sulla "modalità trasparenza" che aiuta gli utenti a sentire l'ambiente circostante. Le modalità di cancellazione del rumore possono anche essere cambiate in iOS o pizzicando gli steli degli AirPods tramite il sensore di forza.[3]

La custodia di ricarica presenta le stesse caratteristiche di quella degli AirPods precedenti ed è dotata di compatibilità Qi standard.[5]

AutonomiaModifica

Gli AirPods, con una sola ricarica, sono in grado di riprodurre fino a 5 ore di solo ascolto e fino a 2 ore di conversazione. Con la custodia di ricarica sono in grado di riprodurre più di 24 ore di ascolto e fino a 11 ore di conversazione. Infine, 15 minuti di ricarica nell'apposita custodia consentono fino a 3 ore di ascolto[6] (è possibile caricare la custodia attraverso il cavo Lightning fornito nella confezione o, solo nella seconda generazione, tramite una base di ricarica wireless compatibile con la tecnologia qi).

Per gli AirPods Pro la durata della batteria è leggermente inferiore rispetto agli AirPods standard (4,5 ore) a causa dell'elaborazione per la cancellazione del rumore.[5]

CompatibilitàModifica

Gli AirPods sono compatibili con:

I dispositivi devono essere aggiornati almeno a iOS 10, watchOS 3 o macOS 10.12 (Sierra).

Gli AirPods possono essere collegati a qualsiasi dispositivo non Apple che sfrutti lo standard Bluetooth, sebbene in tal caso il loro funzionamento presenti delle ovvie limitazioni (ad esempio l'impossibilità di usare l'assistente vocale Siri) dato che sono stati progettati per comunicare e interagire al meglio con i prodotti e i sistemi operativi di casa Apple.[7]

Il supporto per gli AirPods Pro è stato aggiunto in iOS13.2, watchOS 6.1, tvOS 13.2 e macOS Catalina 10.15.1.[5] Anche questo modello è compatibile con qualsiasi dispositivo che supporti Bluetooth 4.0 o versioni successive, compresi i dispositivi Android, anche se alcune funzionalità come il passaggio automatico tra i dispositivi sono disponibili solo su dispositivi Apple che utilizzano iCloud.

ProblemiModifica

La commercializzazione degli AirPods è stata ritardata in seguito alle segnalazioni che Apple ha ricevuto sulla stabilità nella sincronizzazione dei due Pod tra di loro. La versione finale tuttavia, in un numero non precisato di unità, presenta ancora problemi di questo tipo, seppur marginali, come la scarica improvvisa delle cuffie se lasciate anche per una sola notte a caricare nella custodia[8].

Alcuni di questi problemi sono stati risolti con l'aggiornamento firmware 3.5.1.

NoteModifica

  1. ^ Apple rilascia iOS 10.3 per iPhone, iPad e iPod Touch [Link Download], su iSpazio.net. URL consultato il 27 marzo 2017.
  2. ^ a b (EN) Apple announces AirPods Pro, su Arstechnica.com, 28 ottobre 2019.
  3. ^ a b (EN) Carrie Mihalcik e David Carnoy, With AirPods Pro, Apple may have solved a major wireless earbuds design flaw, su cnet.com, 29 ottobre 2019. URL consultato il 16 novembre 2019.
  4. ^ (EN) Jason Cipriani, 9 cool AirPods Pro tips and tricks to try with your new earbuds, su Cnet.com, 2 novembre 2019. URL consultato il 16 novembre 2019.
  5. ^ a b c (EN) Apple releases iOS 13.2 with support for AirPods Pro and iPhone 11 Deep Fusion, su TheVerge.com, 28 ottobre 2019.
  6. ^ AirPods, su Apple (Italia). URL consultato il 13 dicembre 2016.
  7. ^ Auricolari AirPods compatibili anche con dispositivi non Apple (ma solo funzioni di base), su HDblog.it, 9 settembre 2016.
  8. ^ Giacomo Barbieri, Apple AirPods, e lo stato dell’arte nel 2017, su Tweaknology, 19 gennaio 2017. URL consultato il 5 febbraio 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica