Apri il menu principale
Airbus E-Fan 2.0
Airbus E-Fan (14088845198).jpg
Airbus E-Fan 2.0 in volo durante il Berlin Air Show 2014.
Descrizione
Tipoaereo sperimentale a propulsione elettrica
Equipaggio2
CostruttoreEuropa Airbus
Dimensioni e pesi
Lunghezza6,67 m (21 ft 11 in)
Apertura alare9,50 m (31 ft 2 in)
Peso max al decollo550 kg (1 213 lb)
Propulsione
Motore2 elettrici che attuano su eliche intubate a 8 pale
Potenza30 kW ciascuno
Spinta0,75 kN (266 lbf)
Prestazioni
Velocità max220 km/h (137 mph, 119 kt)
Velocità di crociera160 km/h (99 mph; 86 kn)
Autonomia60 min

i dati sono tratti da: Jane's All the World's Aircraft: development & production : 2014-15.[1]

voci di aeroplani sperimentali presenti su Wikipedia

L’Airbus E-Fan è un prototipo di aereo elettrico sviluppato dal gruppo Airbus. È stato presentato al pubblico durante il Farnborough International Airshow, in Gran Bretagna, a luglio 2014. Questo velivolo è pensato per voli di addestramento.

Progetto e SviluppoModifica

La Airbus sta sviluppando l'E-Fan, un aereo a propulsione totalmente elettrica, insieme alla Aero Composite Saintonge. Il velivolo è dotato di batterie al litio per alimentare i due motori elettrici. Durante il Farnborough International Airshow 2014, Airbus ha annunciato che l'E-Fan entrerà in produzione nel 2017 in versione con due posti affiancati.[2] Airbus ha inoltre dichiarato che ha intenzione di sviluppare in futuro un velivolo di concezione simile ma destinato a compagnie aeree regionali.[3][4] Per la produzione sono previste due varianti, il biposto E-Fan 2.0 per l'addestramento e il quadriposto E-Fan 4.0. Per aumentare l'autonomia, l'E-Fan 4.0 avrà una motorizzazione elettrica-ibrida, con un piccolo motore per ricaricare le batterie, permettendo di estendere il loro utilizzo fino 3,5 ore.[5]

L' E-Fan è un aereo completamente elettrico, monoplano ad ala bassa, bimotore e può portare fino a due persone. La struttura è in materiale composito. Ha la coda a T e il carrello è di tipo tandem retrattile con due ruote laterali a bilanciere. I due motori sono montati su entrambi i lati nella parte posteriore della fusoliera.

L'aereo possiede due eliche intubate a passo variabile alimentate da due motori elettrici; la potenza installata totale è di 60 kW; il fatto che siano intubate aumenta la spinta e riduce il rumore; inoltre la loro posizione centrale garantisce un miglior controllo.

I motori sono alimentati da una serie di accumulatori litio-polimero da 250 volt, costruiti e sviluppati dalla società koreana Kokam. Le batterie sono montate nella sezione interna delle ali e forniscono energia sufficiente per un'ora, dopo di che necessitano di un'ora per ricaricarsi completamente; il velivolo è inoltre dotato di un gruppo di batterie di riserva, per garantire un atterraggio di emergenza nel caso in cui l'energia fornita dalle batterie principali venga a mancare durante il volo.

Il carrello dell' E-Fan è costituito da una ruota di prua e da una centrale, posizionate in linea, entrambe retrattili, e da due ruote laterali, posizionate ognuna al di sotto di ciascun ala. A differenza di molti aerei, il carrello dell' E-Fan è dotato di un motore elettrico autonomo, della potenza di 6 kW, pensato per non dover utilizzare i motori principali in fase di rullaggio; è in grado di accelerare l'aereo fino a 60 km/h (37 mph; 32 kn) in fase di decollo, in modo da ridurre la richiesta di potenza ai motori principali.[6]

VariantiModifica

E-Fan
Prototipo biposto;[5]E-Fan 2.0
Variante dell' E-Fan con pilota e copilota affiancati;[5]E-Fan 4.0
Variante ibrida a 4 posti;[5]E-Thrust
Variante basata sui principi dell' E-Fan pensata per un jet con 90 posti che operi su scala regionale.[5]

NoteModifica

  1. ^ Paul A. Jackson, Jane's All the World's Aircraft: development & production: 2014-15, IHS Global, 2014, pp. 335, ISBN 978-0-7106-3094-0.
  2. ^ Airbus commits to E-Fan Production, su avweb.com. URL consultato il 16 luglio 2014.
  3. ^ Jonathan O'Callaghan, Airbus unveils plans for battery-powered planes within the next 20 years, su The daily Mail, online, GB, 17 settembre 2013. URL consultato il 28 aprile 2014.
  4. ^ Paul Bertorelli, Airbus Announces Electric Aircraft, su Av Web, 24 aprile 2014. URL consultato il 28 aprile 2014.
  5. ^ a b c d e Airbus light aircraft initiative blazes trail to electric future.
  6. ^ E-Fan electric aircraft makes first public flight, in Giz mag, 30 aprile 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Airbus Group E-Aircraft Day, su airbus-group.com. URL consultato il 3 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).
  • Airbus Group E-Fan Brochure, su airbus-group.com. URL consultato il 3 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2014).