Alma pirata

alma pirata
Alma pirata
PaeseArgentina
Anno2006
Formatoserial TV
Generetelenovela
Stagioni2
Puntate138
Durata60 min circa
Lingua originalespagnolo
Rapporto4:3
Crediti
IdeatoreCris Morena
RegiaMartín Mariani, Mauro Sacondolaro
SoggettoCris Morena
Interpreti e personaggi
Produttore esecutivoLeandro Balsalobre, Laura Fernández
Casa di produzioneCris Morena Group, RGB Entertainment
Prima visione
Dal20 marzo 2006
Al16 novembre 2006
Rete televisivaTelefe

Alma pirata è una telenovela argentina prodotta nel 2006 da Cris Morena Group.

È andata in onda dal 20 marzo 2006 al 16 novembre 2006 su Telefe. Ha come protagonisti Benjamín Rojas, Fabián Mazzei, Luisana Lopilato, Mariano Martinez, Nicolás Vázquez, Isabel Macedo, Elsa Pinilla e Julia Calvo. La serie raggiunge un buon punteggio in termini di ascolti, ma non nella prima parte, composta dai primi settantotto episodi[1][2].

TramaModifica

Racconta la storia di tre ragazzi: Cruz Navarro, Benicio De Marco e Ivan Ferrer che cambieranno il corso della loro vita dopo un incontro con la zia Charly. Da qui scopriranno di essere eredi di un grande segreto e si metteranno alla ricerca di un antico tesoro chiamato "Alma Pirata", nascosto dai loro genitori. Alma, come è spesso ripetuto dai ragazzi: " È più di uno smeraldo" e sarà loro compito scoprire quale segreto si nasconde dietro tutto ciò. Apprendono anche di essere discendenti della "Lega delle 4 Spade", una confraternita contro le ingiustizie della società. Avevano fatto parte di questa Lega i genitori dei protagonisti, i quali morirono a causa di una bomba scoppiata sulla loro barca. Inoltre, i tre ragazzi rincontreranno una vecchia amica: Clara, figlia di Charlie e Allegra: figlia di Gino Riganti, nemico dei genitori dei tre uomini, anch'egli alla ricerca di Alma. Allegra poi si scoprirà essere la quarta integrante della Lega e membro essenziale nella ricerca di Alma. Durante le loro scorribande Benicio, Cruz e Iván incontreranno anche la moglie di Gino, Marylin, che diventerà l'amante di Cruz.

Proprio quando i ragazzi sembrano essere così vicini alla scoperta di Alma, Benicio muore per mano di Gino Riganti e al suo posto arriverà il cugino Andrés, che si innamora di Allegra.Quest'ultima inizialmente si mostrerà titubante nel voler intraprendere una relazione con lui, poiché risente ancora della perdita di Benicio - suo compagno fino al momento della morte - ma poi deciderà di aprirsi nuovamente all'amore.

PuntateModifica

La prima ed unica stagione è divisa in due tappe, la prima va dal primo episodio al settantotto e la seconda da quest'ultimo fino al 140, causato dall'addio alla serie dell'attore Mariano Martínez.

Stagione Puntate Prima TV Argentina
Prima stagione 140[3] 2006

Personaggi ed interpretiModifica

Personaggi principaliModifica

  • Benicio De Marco (episodi 1-78), interpretato da Mariano Martinez.
    Integrante della "Lega delle Spade", figlio di León de Marco e cugino di Andrés. Era fidanzato con Clara ma lui non la amava. Il suo vero amore, invece, è Allegra: quest'ultima è stata anche la causa della sua morte, avvenuta a causa di Gino Riganti. Benicio è un bugiardo e truffatore. Ha molto successo con le donne. La sua più grande ambizione è quella di trovare l'uccisore del padre. Il suo pseudonimo è Templari ed è del simbolo del fuoco. Muore nell'episodio 78 a causa di Gino.[4]
  • Andrés De Marco (episodi 81-140), interpretato da Nicolás Vázquez[5]
    Figlio di Fernando De Marco. Il suo simbolo è il fuoco. Il suo amore della vita è Allegra.
  • Allegra Riganti, interpretata da Luisana Lopilato[4]
    Figlia di Gino. Esperta di arti marziali, è anche una giornalista. Il suo simbolo è l'acqua. Lei ha il potere di toccare le persone e di sapere la verità.
  • Cruz Navarro, interpretata da Benjamín Rojas[4]
    Il suo simbolo è la terra. Ha la capacità di fermare gli oggetti. Ha una sorellastra di nome Candelaria.
  • María Lidia Castellano, interpretata da Elsa Pinilla[5]
    Fidanzata di Gino e amante di Cruz Navarro. Ha un figlio con quest'ultimo di nome Lorencito.
  • Iván Ferrer, interpretato da Fabián Mazzei[4]
    Appassionato di feng shui, è ostetrico. Il suo simbolo è l'aria. Durante la storia, si innamora di Candelaria.
  • Clara Troglio / Riganti, interpretata da Isabel Macedo[5]
    Figlia di Charly e di un padre sconosciuto; migliore amica di Allegra fin dall'infanzia.

Personaggi secondariModifica

Partecipazione specialiModifica

Di seguito viene riportata una lista di partecipazioni speciali, in una o più puntate, di personaggi che in quei episodi hanno ricoperto un ruolo rilevante:

ProduzioneModifica

La fiction è stata trasmessa per la prima volta il 20 marzo 2006 con uno share del 22.4, però con il passare delle settimane si abbassò[6]. Per questo motivo, i dirigenti del canale hanno deciso di spostare l'orario: ha incominciato alle 21, poi alle 21.30, passando alle 20.30 e infine alle 20. Nonostante questi cambiamenti, non batteva la concorrenza, spostando la telenovela, nuovamente, alle 19.30[7]. Con questa alterazione, fu applicata una strategia negli episodi 42 e 43. Il primo, fu trasmesso alle ore 20, con una innovazione nella sceneggiatura: i nemici principali della serie (Gino, Pablo) sono stati inviati ad uccidere i tre protagonisti ed essi apparivano crivellati di proiettili, lasciando la tensione per la puntata successiva, ossia per lunedì 5 giugno 2013, raggiungendo un maggior rating.

I cambi d'orario hanno infastidito Mariano Martinez che protestò per una violazione del contratto, perché in esso si era concordato che il programma doveva essere trasmesso in prima serata[8]. In assenza di risposte soddisfacenti, l'attore ha lasciato la serie[2] e quindi il personaggio muore nel racconto nel capitolo 78. Subentra, quindi, Nicolás Vázquez[9].

Anche l'attrice Luisana Lopilato, allora fidanzata di Martínez, sia nella serie che nella realtà, annunciò il ritiro dalle riprese della serie, poiché doveva registrare la seconda stagione di Casados con Hijos, per lo stesso canale. Le autorità di Telefe comunicarono che stavano cercando di risolvere il problema, in modo che la Lopilato lavorasse in tutti e due i set[10]. Alla fine, l'attrice continuò a lavorare per la serie di Cris Morena e, solo per alcuni episodi, non era presente nell'altra fiction.

L'episodio finale è stato emesso il 16 novembre 2006 con 21.7 punti, decretandone il successo. Lo share ha comunque ottenuto una media di 32.4%[11].

Nel 2012 è stata riproposta dallo stesso canale, ma dopo tre emissioni è stata cancellata dal palinsesto[12] e trasferita sul sito web di Telefe Internacional.

Luoghi di ripreseModifica

La telenovela è stata registrata dagli inizi del 2006 fino al novembre dello stesso anno[7]. Infatti, nel gennaio fu annunciato i tre protagonisti: Mariano Martinez, Benjamin Rojas e Fabian Mazzei oltre che i loro rispettivi ruoli[13].

Le puntate sono state registrate nella località di Zelaya nella Provincia di Buenos Aires, mentre, l'ultimo episodio a San Martín de los Andes e San Antonio de Areco[14].

DiscografiaModifica

Nel 2006 fu pubblicato anche un album, su etichetta discografica EMI, relativo alla serie dal titolo Alma Pirata: La Musica, contenente 11 canzoni cantate sia da alcuni protagonisti della serie sia da persone esterne.[15] La maggior parte delle canzoni sono cantate da Benjamín Rojas.[16]

La sigla è invece di "I Need Your Love" di Cris Morena e Marcelo Wengrovski.

Distribuzioni internazionaliModifica

Lo sceneggiato ha avuto un adattamento in Portogallo. Il format è stato trasmesso anche in[17]:

Paese Canale/i
  Argentina Telefe
  Venezuela Televisora Venezolana Social
  Panama RCM
  Spagna Localia
  Israele Canal 10

Premi e riconoscimentiModifica

AccoglienzaModifica

La serie, nonostante i vari cambiamenti d'orari che hanno portato a differenti percentuali di share, è stata accolta positivamente. Il quotidiano La Nación la giudicata "buona" in quanto: "questa specialità [riferita al programma] è la creazione più recente di una delle più astute e di successo cuoche della nostra televisione e, da lunedì scorso, è uno dei piatti forte di Telefe"[20].

NoteModifica

  1. ^ (ES) La ficción dio pelea y ganó por puntos, clarin.com. URL consultato l'11 agosto 2012.
  2. ^ a b (ES) Mariano Martínez deja Alma Pirata: Cris Morena habló sobre su muerte y lo mató, clarin.com. URL consultato l'11 agosto 2012.
  3. ^ Diverse fonti riportano anche 138 episodi. Il sito ufficiale Archiviato il 23 novembre 2012 in Internet Archive. però afferma che sono 140
  4. ^ a b c d (ES) Personajes (PDF), telefeinternacional.com.ar. URL consultato il 3 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  5. ^ a b c Alma Pirata llega a España, serieadictos.com, 24 dicembre 2006. URL consultato il 3 settembre 2013.
  6. ^ (ES) Rating de Alma Pirata, almapirataa.mforos.com. URL consultato il 4 settembre 2013.
  7. ^ a b Piratas hasta noviembre, almapirataa.com. URL consultato il 4 settembre 2013. (sito originale: television.com.ar)
  8. ^ (ES) Dos bajas para la ficción de Telefé (PDF), in Diario Hoy, diariohoy.net, 14 giugno 2006 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).
  9. ^ (ES) Mariano Martínez se saca el parche, in Los Andes, losandes.com.ar, 14 giugno 2006. URL consultato il 4 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2010).
  10. ^ (ES) Clips, larazon.com.ar, 14 giugno 2006. URL consultato il 6 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  11. ^ (ES) Alma Pirata, crismorenagroup.com.ar. URL consultato il 6 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2012).
  12. ^ (ES) Andrés Puig, A todo o nada, el programa que se salvó de ser levantado, in La Nacion, lanacion.com.ar. URL consultato il 6 settembre 2013.
  13. ^ (ES) Pantalla chica, in La Nacion, lanacion.com.ar, 19 gennaio 2006. URL consultato il 6 settembre 2013.
  14. ^ (ES) ¡Llegó el bebé!, in Clarin, clarin.com, 16 novembre 2006. URL consultato il 7 settembre 2013.
  15. ^ (ES) Alma Pirata, la musica, musimundo.com. URL consultato l'11 agosto 2012.
  16. ^ (ES) Musica de alma pirata, seriesadictos.com. URL consultato l'11 agosto 2012.
  17. ^ (ES) Alma Pirata, telefeinternacional.com.ar. URL consultato il 3 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  18. ^ (ES) Premios Martín Fierro 2006[collegamento interrotto], denorteasur.com. URL consultato l'11 agosto 2012.
  19. ^ (ES) Premios Clarín Espectáculos 2006 (PDF), in Clarin, clarin.com, 3 dicembre 2006. URL consultato il 3 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  20. ^ (ES) Marcelo Stiletano, Una de piratas, bien a la moda, in La Nacion, lanacion.com.ar. URL consultato il 7 settembre 2013.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione