Amanda Sandrelli

attrice italiana

Amanda Sandrelli (Losanna, 31 ottobre 1964) è un'attrice e regista italiana.

Amanda Sandrelli al Teatro Giuseppe Verdi di Firenze nel 2013

BiografiaModifica

Figlia del cantautore Gino Paoli e dell'attrice Stefania Sandrelli[1], nel 1984 debutta nel cinema col film Non ci resta che piangere, con Roberto Benigni e Massimo Troisi, con il tormentone "bisogna provare, provare, provare". Come regista ha diretto il cortometraggio Un amore possibile (2004) e il documentario Piedi x Terra, prodotto da Leone Crescenzi per Shape Studio nel 2007; quest'ultimo narra della sua esperienza con Mobwuto, il bambino malawita adottato circa dieci anni prima con ActionAid Italia[2].

Vita privataModifica

Nel 1994 si è sposata con l'attore di origine peruviana Blas Roca-Rey da cui ha avuto due figli, Rocco (1997) e Francisco (2004). Nel settembre 2013 i due annunciano la separazione dopo 20 anni di matrimonio.

CuriositàModifica

Sua madre Stefania Sandrelli ha più volte sfatato il mito secondo cui Gino non abbia voluto riconoscere Amanda. Il suo cognome, infatti, deriva dal fatto che Gino avrebbe voluto chiamare la figlia Amanda, sebbene Stefania ai tempi della scuola non andasse d’accordo con una ragazza che aveva proprio quel nome. Fecero allora un patto; Stefania disse: “Se la chiamiamo Amanda, il cognome è mio”. Così nacque il nome Amanda Sandrelli.[senza fonte]

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

TeatroModifica

  • Buona notte ai sognatori (1985-1986)
  • Né in cielo, né in terra (1992)
  • Bruciati (1993)
  • Cinque (1994)
  • La Chunga (1994)
  • Gianni Ginetta e gli altri (1995)
  • Xanax (2003)
  • Bambinacci (2007)
  • Non c'è tempo amore (2009)
  • Oscar e la dama in rosa (2012)
  • Tres (2013-2014)
  • Il bagno (con sua madre Stefania Sandrelli) (2015)[3]
  • Il piccolo principe (2016)
  • Kubi (2017)
  • La Locandiera (2018/2019)
  • Lucrezia Forever! (2020)

DiscografiaModifica

AlbumModifica

SingoliModifica

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Amanda Sandrelli: "Blas? Un dolore immenso, ma ora ho un altro. Mia mamma ha una dote fenomenale", su Brevenews, 23 ottobre 2018. URL consultato l'11 marzo 2019.
  2. ^ Piedi x Terra (PDF), su provincia.torino.gov.it. URL consultato il 3 aprile 2021.
  3. ^ Stefania e Amanda: le due Sandrelli in scena al Verdi, su Repubblica.it, 28 ottobre 2016. URL consultato l'11 marzo 2019.
  4. ^ Enrico Lancia, Ciak d'oro, su books.google.it. URL consultato il 13/04/20.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN71356940 · ISNI (EN0000 0000 5192 8563 · SBN IT\ICCU\RAVV\097389 · LCCN (ENnr2007001691 · GND (DE173235247 · BNF (FRcb14224193j (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr2007001691