Apri il menu principale

Andrijan Grigor'evič Nikolaev

cosmonauta sovietico
Andrijan Grigor'evič Nikolaev
Andrian Nikolaev atwedding.jpg
Cosmonauta
NazionalitàUnione Sovietica Unione Sovietica
Data di nascita5 settembre 1929
Data di morte3 luglio 2004
Selezione7 marzo 1960
(primo gruppo cosmonauti)
Primo lancio11 agosto 1962
Ultimo atterraggio19 giugno 1970
Altre attivitàPilota
Tempo nello spazio21 giorni, 15 ore e 20 minuti
Missioni
Data ritiro26 gennaio, 1982

Andrijan Grigor'evič Nikolaev (in russo: Андриян Григорьевич Николаев?; Šoršely, 5 settembre 1929Čeboksary, 3 luglio 2004) è stato un cosmonauta sovietico. Nacque in Ciuvascia al tempo una Repubblica Socialista Sovietica Autonoma, ora facente parte della parte europea della Federazione Russa.

Studi e carrieraModifica

Nikolaev frequentò una scuola di formazione professionale per diventare medico, cambiò successivamente facoltà per studiare economia forestale in Carelia, dove si diplomò nel 1947 quale guardaboschi. Nel 1950 venne chiamato a prestare servizio presso l'Armata Rossa, dove venne addestrato quale pilota di aerei da combattimento fino al 1954. Contemporaneamente frequentò la scuola superiore dell'aeronautica militare e l’Accademia per Ingegneri dell'Aeronautica Militare dell'Unione Sovietica. Dal 1955 al 1960 prestò regolare servizio in diverse unità dell'aviazione.

Nel marzo del 1960 avvenne la sua selezione per il programma spaziale e la sua nomina quale membro del primo gruppo di cosmonauti scelti. Durante la missione Vostok 3 svoltasi dall'11 al 14 agosto 1962 divenne il terzo cosmonauta sovietico che dopo Jurij Alekseevič Gagarin e German Stepanovič Titov raggiunse lo spazio. A bordo della Vostok 3 orbitò per quattro giorni raggiungendo ben 64 orbite. Storica fu la sua conferenza stampa svoltasi a Mosca pochi giorni dopo il suo rientro. Assieme a Pavlo Romanovyč Popovyč, che a bordo della Vostok 4 era stato lanciato nello spazio un giorno dopo, raccontò di questa sua esperienza davanti da ben 5000 giornalisti. Quale comandante di una navicella spaziale scelse il nomignolo di Сокол (Sokol, it. "falco") per i collegamenti via radio.

A partire dal 1966 iniziò con l'addestramento per un successivo volo verso la Luna. Nel 1970 venne nominato per l'esecuzione della missione della Sojuz 9. Dell'equipaggio fece inoltre parte il cosmonauta Vitalij Ivanovič Sevast'janov. Con 18 giorni di permanenza nello spazio era stato raggiunto un nuovo record di permanenza nello stato di assenza di forza di gravità.

Al rientro a terra venne constatato un forte grado di affaticamento dei cosmonauti, fenomeno successivamente denominato effetto Nikolaev. Sin da tale momento fu evidentemente chiaro, che per una missione verso una stazione spaziale fosse necessario un apposito allenamento fisico per evitare tale effetto.

Nel 1963 Nikolaev si sposò con Valentina Vladimirovna Tereškova, la prima donna in assoluto a volare nello spazio il 16 giugno 1963 e successivamente membro dell’Alto Soviet dell'Unione Sovietica. Il matrimonio venne celebrato a Mosca e usato per fini propagandistici sovietici. Si parla addirittura che il tutto fosse stato un'idea ed una messa in scena dell'allora Primo segretario del Partito Comunista dell'Unione Sovietica Nikita Sergeevič Chruščëv. Ad ogni modo venne assegnato agli sposi un appartamento di lusso sul Kutuzovskij Prospekt. Nel 1964 nacque la loro figlia Aljenka. Il matrimonio venne sciolto nel 1982.

Successivamente divenne direttore del Centro di addestramento cosmonauti Jurij Gagarin. Dal 1990 al 1993 fu deputato del Congresso del Popolo Sovietico. Gli venne conferito per due volte il titolo onorario di Eroe dell'Unione Sovietica e venne decorato dell'ordine di Lenin. Pure un cratere lunare porta il suo nome. In occasione del suo 70º compleanno venne prodotta una bottiglia di vodka decorata con il suo ritratto. È morto a causa di un collasso cardiaco all'età di 74 anni mentre faceva l'arbitro durante una festa sportiva nella sua terra natale.

OnorificenzeModifica

Onorificenze sovieticheModifica

  Eroe dell'Unione Sovietica (2)
— 18 agosto 1962 e 3 luglio 1970
  Pilota-Cosmonauta dell'Unione Sovietica
  Ordine di Lenin (2)
— 18 agosto 1962 e 3 luglio 1970
  Ordine della Bandiera rossa del Lavoro
— 15 gennaio 1976
  Ordine della Stella Rossa
— 1961
  Ordine del Servizio alla Patria nelle Forze Armate di III Classe
— 30 maggio 1988
  Medaglia commemorativa per il giubileo dei 100 anni dalla nascita di Vladimir Il'ich Lenin
  Medaglia per il giubileo dei 20 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945
  Medaglia del veterano delle forze armate dell'Unione Sovietica
  Medaglia per il rafforzamento della cooperazione militare
— 18 febbraio 1991
  Medaglia per il giubileo dei 40 anni delle forze armate dell'Unione Sovietica
  Medaglia per il giubileo dei 50 anni delle forze armate dell'Unione Sovietica
  Medaglia per il giubileo dei 60 anni delle forze armate dell'Unione Sovietica
  Medaglia per il giubileo dei 70 anni delle forze armate dell'Unione Sovietica
  Medaglia per servizio impeccabile di I Classe
  Medaglia per servizio impeccabile di II Classe
  Medaglia per servizio impeccabile di III Classe
  Premio di Stato dell'Unione Sovietica
— 1981

Onorificenze straniereModifica

  Eroe del Lavoro Socialista di Bulgaria (Bulgaria)
  Ordine di Georgi Dimitrov (Bulgaria)
  Ordine di Cirillo e Metodio di I Classe (Bulgaria)
  Gran Cordone dell'Ordine del Nilo (Egitto)
  Cavaliere di II Classe dell'Ordine della Stella di Adipurna (Indonesia)
  Eroe del Lavoro della Repubblica Popolare di Mongolia (Mongolia)
— 1965
  Ordine di Sukhbaatar (Mongolia)
— 1965
  Membro di I Classe dell'Ordine del Braccio Destro Gurkha (Nepal)
— 1963
  Ordine della Bandiera ungherese (Ungheria)
— 1964
  Eroe del Lavoro Socialista del Vietnam (Vietnam)
— 1962

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316748434 · ISNI (EN0000 0001 1071 3176 · LCCN (ENn85013761 · GND (DE11873489X · BNF (FRcb16297496v (data) · NDL (ENJA00524798 · WorldCat Identities (ENn85-013761