Apri il menu principale

Arsenio Frugoni

storico e docente italiano

BiografiaModifica

Figlio di emigrati bresciani, Tito e Adelaide Moroni, in tenerissima età rimase orfano del padre, volontario nell'esercito francese e caduto nel primo anno della grande guerra. Successivamente la famiglia tornò a Brescia, dove trascorse la giovinezza[1].

Nonostante le difficoltà economiche, riuscì a concludere con successo il liceo ginnasio "Arnaldo". Profondamente religioso, negli anni del liceo frequentò l'oratorio della Pace dei padri Filippini divenuto, grazie all'attività di padre Giulio Bevilacqua, la più vivace realtà cattolica di Brescia, ma anche centro di opposizione al regime fascista. Nello stesso periodo prese contatto con il FUCI, di cui sarà uno dei più importanti esponenti negli anni universitari[1].

Spronato da Giovan Battista Picotti, presidente della commissione al suo esame maturità, e dal cardinale Giovanni Battista Montini, partecipò al concorso per entrare alla Scuola normale superiore di Pisa[1].

Arsenio Frugoni curò la redazione di alcune voci per l'Enciclopedia Italiana di scienze, lettere ed arti, comunemente nota come Enciclopedia Treccani, e il Dizionario Biografico degli Italiani per il quale affiancò Fortunato Pintor nel lavoro redazionale[2]. Docente universitario, insegnò storia medievale alla Normale di Pisa, ove aveva studiato negli anni 1934-1938, e all'Università di Roma fino alla sua morte[2].

Di particolare rilevanza il suo lavoro sul riformatore religioso Arnaldo da Brescia (1090-1155)[2], edito nel 1954, e poi ristampato dall'editore Giulio Einaudi nel 1989. Morì in un incidente stradale a Bolgheri a cinquantasei anni, il 31 marzo 1970, insieme al figlio Giovanni[2]. Era padre di Chiara Frugoni, anch'ella storica medievalista.


Opere (elenco parziale)Modifica

 
Roma: busto di Arnaldo da Brescia sul Pincio
  • Papato impero e regni occidentali : dal periodo carolingio a Innocenzo III, Firenze, Sansoni, 1940.
  • Momenti della rinascita e della riforma cattolica, Pisa, Nistri-Lischi, stampa 1943.
  • Breve storia della Repubblica Bresciana (1797), Brescia, G. Vannini, 1947.
  • Il Giubileo di Bonifacio VIII, Roma, Tip. del Senato G. Bardi, 1950.
  • Il libro del giubileo del cardinale Stefaneschi, Brescia, Morcelliana, 1950.
  • Arnaldo da Brescia nelle fonti del secolo XII, Roma, Istituto storico italiano per il Medio Evo, 1954.
  • Incontri nel Rinascimento: pagine di erudizione e di critica, Brescia, La scuola, 1954.
  • Celestiniana, Roma, Istituto storico Italiano per il Medio Evo, 1954.
  • Storia della città in Italia, Torino, ERI, 1956.
  • Le Repubbliche marinare, Torino, ERI, 1958.
  • Corso di storia medievale: anno accademico 1963-64, Roma, Edizioni dell'Ateneo, 1964.
  • L'eresia catara nell'Occidente medievale: anno accademico 1965-66, Roma, Edizioni dell'Ateneo, 1966.
  • Il canto X dell'Inferno, Firenze, F. Le Monnier, 1967.
  • Incontri nel Medioevo, Bologna, Il mulino, 1979.
  • Storia di un giorno in una città medievale, coautrice Chiara Frugoni, Roma-Bari, Laterza, 1997. ISBN 88-420-5346-5.

NoteModifica

  1. ^ a b c Gianni Sofri, FRUGONI, Arsenio, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 50, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1998. URL consultato il 23 maggio 2019.
  2. ^ a b c d Fonte: Dizionario Biografico degli Italiani. Vedi Collegamenti esterni.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN44338750 · ISNI (EN0000 0001 1025 8273 · SBN IT\ICCU\CFIV\106289 · LCCN (ENn82141516 · GND (DE123177154 · BNF (FRcb121648272 (data) · BAV ADV10267830 · WorldCat Identities (ENn82-141516