Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Babila (disambigua).

Babila è un nome proprio di persona italiano maschile[1][2][3].

Varianti in altre lingueModifica

Origine e diffusioneModifica

 
Affresco raffigurante san Babila

Nome di origine orientale giuntoci tramite la forma ellenizzata Βαβυλας (Babylas)[2][3][4], dal significato dubbio. Generalmente viene ricondotto all'etnico βαβυλον (babylon, "babilonese")[4][5], o a un suo diminutivo[3]; in questi casi sarebbe legato etimologicamente ai nomi di Babele e Babilonia, dall'accadico bab-ilu e bab-ilani, che significano rispettivamente "porta di Dio" e "porta degli dei"[3][6][7] (va notato che alcune fonti applicano tale significato anche al nome stesso[2]). Ulteriori interpretazioni lo considerano sempre un etnonimo, ma col significato di "abitante di Biblo"[5].

Il nome gode di scarsissima diffusione[2], e a causa della terminazione in -a non è raro che venga scambiato per femminile[3] (come avviene anche per Leonida e vari altri).

OnomasticoModifica

L'onomastico viene festeggiato il 24 gennaio (4 settembre per le chiese orientali) in ricordo di san Babila, vescovo di Antiochia e martire con altri compagni sotto Decio[2][8].

PersoneModifica

Il nome nelle artiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Accademia della Crusca, p. 603.
  2. ^ a b c d e La Stella T., p. 54.
  3. ^ a b c d e f g Tagliavini, p. 31.
  4. ^ a b c d e f g Albaigès i Olivart, p. 53.
  5. ^ a b Crisostomo, p. 92.
  6. ^ (EN) Babylon, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 3 novembre 2014.
  7. ^ (EN) Babel, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 3 novembre 2014.
  8. ^ Santi Babila, Urbano, Prilidano ed Epolono, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 3 novembre 2014.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi