Apri il menu principale

Baileys Irish Cream

è un liquore a base di whiskey irlandese e crema di latte, fabbricato dalla R. A. Bailey & C. di Dublino, società del gruppo britannico Diageo.
(Reindirizzamento da Baileys)
Baileys Irish Cream
Baileys logo (2013).png
Categoria Bevanda alcolica
Tipo Crema di whiskey
Marca Diageo
Anno di creazione 1974
Nazione Irlanda Irlanda
Vendite 62,1 mln l[1] (2017)
Ingredienti Whiskey, crema di latte, zucchero di canna, zucchero di barbabietola, cacao, Vaniglia, caramello
Valori nutrizionali medi in 100 g
Valore energetico 327 Kcal/ 1361 KJ
Proteine 3 g
Carboidrati 25 g
Grassi 13 g
di cui saturi 8 g
Colore Fallow brillante
Aspetto Denso e corposo
Gradazione alcolica 17.0% vol.
Gusto Dolce, Toffee
Temperatura di servizio 5°-25°
Bicchiere Tumbler
Sito www.baileys.com

Baileys Irish Cream è un liquore a base di whiskey irlandese e crema di latte, fabbricato dalla R. A. Bailey & C. di Dublino, società del gruppo britannico Diageo. Il suo tasso d'alcool è pari al 17%. Baileys è la creazione di IDV (International Distillers and Vintners) e di I&M, una società di sviluppo di nuovi prodotti. Jago e David Gluckman, i protagonisti dietro questo liquore, da allora hanno creato molte altre bevande e prodotti, in particolare il liquore di crema Jago's, lanciata nel 2004.

Indice

StoriaModifica

Nel 1971 la Gilbeys of Ireland, azienda irlandese distributrice di alcolici sussidiaria della ID&V, iniziò le ricerche per sviluppare un prodotto innovativo da esportare per sfruttare il regime fiscale messo in atto dal governo irlandese per incentivare e supportare l'economia dell'isola[2]. I primi progetti erano indirizzati verso un liquore tradizionale zuccherino e "caldo" ma non furono troppo convincenti. Nel maggio del 1973 l'azienda incaricò due agenti pubblicitari indipendenti, il sudafricano David Gluckman e il copywriter inglese Hugh Reade Seymour-Davies di sviluppare un'idea: le uniche indicazioni furono che il prodotto dovesse essere alcolico e che contenesse un quantitativo di whiskey non troppo elevato in quanto l'azienda non aveva relazioni di collaborazioni solide con le distillerie irlandesi.[3]. Gluckman, che era tra gli ideatori del marchio di prodotti caseari Kerrygold, suggerì di utilizzare un latticino, prodotto tipico irlandese e Seymour-Davies propose di unire la crema di latte con il whiskey. Comprarono subito la crema e una bottiglia di Jameson al supermercato più vicino e, dopo un primo esperimento, vi aggiunsero zucchero e cacao in povere Cadbury; l'idea fu sviluppata in 45 minuti. Il prodotto venne rapidamente sottoposto al giudizio del committente, Tom Jago, che ne fu subito entusiasta. Il prodotto venne quindi sviluppato ulteriormente nei laboratori di Harlow della Gilbeys, da una squadra tecnica capitanata da Alan Simpson e Mac MacPherson, al fine di migliorare la miscela e la conservazione. Nel frattempo Gluckman, Seymour-Davies e Jago svilupparono il marchio e la confezione. Dopo due limitatissime ricerche di mercato, nel novembre del 1973, il team volò in Irlanda e propose il prodotto all'amministratore delegato della Gilbeys, David Dand, e al direttore marketing Keith McCarthy-Morrogh, i quali approvarono il progetto. Dopo alcune piccole modifiche, il prodotto venne presentato al pubblico nel luglio del 1974 con una festa tenutasi al Taylors' hall di Dublino. Il prodotto venne lanciato sul mercato. Nel regno unito non ebbe molto successo, in quanto veniva promosso come alternativa all'Advocaat e mescolato con limonata. Fu invece negli Stati Uniti e, soprattutto, in Australia, che il prodotto spopolò.

MarchioModifica

L'idea per la commercializzazione del Baileys è stata studiata dai creatori David Gluckman, Hugh Reade Seymour-Davies e Tom Jago mentre i laboratori di Harlow perfezionavano la ricetta. Il concetto attorno a cui ruota il Baileys è la tradizione irlandese. Negli anni successivi, nonostante piccole modifiche di carattere estetico, il concept è rimasto fondamentalmente invariato.

NomeModifica

Il nome "Baileys" deriva da un ristorante ubicato nei dintorni di Greek Street a Londra, il Baileys Bistro; il proprietario, John Chesterman, acconsentì all'uso di tale nome Gluckman, Seymour-Davies e Jago scelsero tale nome in quanto suonava anglo-irlandese (un nome prettamente irlandese sarebbe suonato troppo eccentrico), e, secondo la moda del marketing dell'epoca, era un cognome e non un nome di luoghi o oggetti. Il nome completo iniziale era Bailey's Irish Cream Chocolate Liqueur ma venne semplificato, prima della messa in commercio, nell'attuale Baileys Irish cream[3].

ProdottoModifica

 
Logo utilizzato fino al 2013
 
Un bicchiere di Baileys con ghiaccio

Il Baileys è una crema di whiskey densa e corposa dal color Fallow brillante; il profumo è di crema e di toffee, con aromi di mandorla e di nocciola; il gusto è morbido e zuccherato. Oltre l'80% degli ingredienti è di origine irlandese: la crema di latte, fornita da due aziende, è prodotta con latte di circa 40.000 vacche allevate in 1500 fattorie della costa orientale irlandese; whiskey irlandese fornito da "The Old Midleton Distillery" della Contea di Cork, è una miscela di tre whiskey. Entro 36 ore dalla mungitura, la crema di latte viene mescolata al whiskey, dopodiché vengono aggiunti gli aromi: cacao, vaniglia, caramello e zucchero. Le sedi di produzioni si trovano a Dublino e a Newtownabbey Secondo il fornitore, il Baileys ha una durata di imbottigliamento di 24-30 mesi, conservata a una temperatura variabile fra i 0° e i 25° (32-77 °F), lontana da fonti di luce.

VarietàModifica

 
Baileys Original, Chocolat Mint, Crem Caramel e Coffee

Oltre all'originale, il marchio propone alcune varianti:

  • Baileys Glide (2003-2006): lanciata sul mercato nel 2003, la bevanda meno gustosa e più lunga con 4.0% ABV (Volume di alcool, una misura del contenuto di alcool delle bevande alcoliche), per puntare sul mercato dell'alcolpop, bevande a bassa gradazione alcolica. La vendita del prodotto è stata interrotta nel 2006.
  • Baileys Mint Chocholate (2005): durante il periodo pre-natalizio del 2005, la Baileys propone nei duty free degli aeroporti britannici la variante con menta e cioccolato; la distribuzione di massa ebbe inizio nei primi mesi del 2006. In questa variante, alla ricetta originale, vengono aggiunti cioccolato fondente e menta.
  • Baileys Crème Caramel (2005): durante il periodo pre-natalizio del 2005, la Baileys propone nei duty free degli aeroporti britannici la variante con crème caramel; la distribuzione di massa ebbe inizio nei primi mesi del 2006. In questa variante, alla ricetta originale, è aggiunto il crème caramel.
  • Baileys Coffee (2008): ripetendo la campagna di marketing precedenti, questa variante venne presentata prima negli aeroporti inglesi, per poi sbarcare sul mercato mondiale dal 28 febbraio; alla ricetta originale viene aggiunto il caffè.
  • Baileys Chocolate Luxe (2013): variante con cioccolato belga amaro. Il progetto fu ideato da Anthony Wilson nel 2010, necessitando di tre anni e la sperimentazione di oltre 840 diverse ricette. Il liquore è stato lanciato sul mercato nell'agosto del 2013 con un evento tenuto alla Dennis Severs' House di Londra, organizzato in collaborazione con i cuochi della Bompas & Parr e la pasticcera Lily Vanilli[4]. A partire dal 2014 viene proposta periodicamente un'edizione limitata, la Gold Edition, presentata in biottiglie da 50 cl color oro.

Sono inoltre in commercio, dal 2008 delle praline di cioccolato ripiene di crema Baileys.

NoteModifica

  1. ^ Liqueurs brand championn 2018: Baileys, su thespiritsbusiness.com. URL consultato il 23 febbraio 2019.
  2. ^ (EN) John Mcgee, Bailey’s is proof new ideas and marketing still vital, in Sunday Independent, 11 Giugno 2017. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  3. ^ a b (EN) David Gluckman, In 1973, I invented a ‘girly drink’ called Baileys, in The Irish Times, 2 ottobre 2017. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  4. ^ http://cheriecity.co.uk/2013/08/12/baileys-chocolat-luxe-with-bompas-parr/

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici