Apri il menu principale
Balmuccia
comune
Balmuccia – Stemma Balmuccia – Bandiera
Balmuccia – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Vercelli-Stemma.png Vercelli
Amministrazione
SindacoMoreno Uffredi dal 05/06/2016
Territorio
Coordinate45°49′N 8°08′E / 45.816667°N 8.133333°E45.816667; 8.133333 (Balmuccia)Coordinate: 45°49′N 8°08′E / 45.816667°N 8.133333°E45.816667; 8.133333 (Balmuccia)
Altitudine560 m s.l.m.
Superficie9,79 km²
Abitanti112[1] (31-12-2017)
Densità11,44 ab./km²
FrazioniGuaifola
Comuni confinantiBoccioleto, Cravagliana, Rossa, Scopa, Vocca
Altre informazioni
Cod. postale13020
Prefisso0163
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT002008
Cod. catastaleA600
TargaVC
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona F, 3 032 GG[2]
Nome abitantiBalmuccesi
PatronoSanta Margherita
Giorno festivo13 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Balmuccia
Balmuccia
Sito istituzionale

Balmuccia (Balmucia in piemontese) è un comune italiano di 112 abitanti della provincia di Vercelli, in Piemonte, che sorge alla confluenza del Sermenza con il Sesia. Nel territorio comunale si trova la frazione di Guaifola.

Indice

EtimologiaModifica

Il toponimo deriva da piccola balma, ossia piccola cavità, incassata tra le montagne che appaiono soffocarla.

Formazione geologicaModifica

In seguito a movimenti della crosta terrestre, avvenuti fra i 60 e i 30 milioni di anni fa, responsabili della formazione delle Alpi, a Balmuccia riemersero le peridotiti di mantello, tutt'ora visibili, del Supervulcano fossile della Valsesia, esploso circa 300 milioni di anni fa.[3]

Storia e monumenti di pregioModifica

Storicamente Balmuccia fu soggetta alla parrocchia di Scopa, dalla quale si separò nel 1584. La Parrocchiale di Santa Margherita venne edificata nel 1500, nel 1584 divenne parrocchiale[4] e ricostruita circa un secolo dopo, è ad una sola navata. Al suo interno è presente una bella pala raffigurante Santa Margherita, attribuita ad Antonio Olivazzi. Presumibilmente dello stesso autore vi sono anche tre tele del coro raffiguranti l'Annunciazione, la Natività, e le Anime Purganti. Oltre alle chiese descritte, nel capoluogo si trovano un teatro da poco ristrutturato e un monumento ai caduti.

CinemaModifica

A Balmuccia sono state girate alcune riprese del film Tiro al Piccione del regista Giuliano Montaldo nel 1961.

La frazione GuaifolaModifica

Nella frazione Guaifola, situata all'inizio del comune, sorge l'Oratorio dei Santi Antonio Abate e Antonio da Padova con pregevoli dipinti dell'Orgiazzi e di Giovanni Avondo, rappresentanti episodi della vita del santo.

La località DinelliModifica

In località Dinelli è ubicato il piccolo Santuario della Madonna del Carmine, in cui annualmente si celebra l'omonima festa.

EconomiaModifica

Mentre nei secoli scorsi l'economia del comune si fondava principalmente su attività artigianali, con la presenza di una fucina e di una segheria, attualmente esiste solo una cava per l'estrazione dei sassi in località Giavine Rossi.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[5]

 


AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
30 maggio 2006 15 maggio 2011 Moreno Uffredi lista civica Sindaco
16 maggio 2011 4 giugno 2016 Antonella De Regis lista civica Sindaco
5 giugno 2016 in carica Moreno Uffredi lista civica Sindaco

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Supervulcano fossile della Valsesia[1] [2]
  4. ^ L'église, devenue paroissiale en 1584, en se séparant de Scopa, est probablement ancienne mais sa fondation est inconnue. http://prealp.msh-alpes.prd.fr/Record.htm?Record=491128021930&idlist=3[collegamento interrotto]
  5. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28 dicembre 2012.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN235661592
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte