Bang Bang Bang (Big Bang)

Bang Bang Bang
Big Bang - Bang Bang Bang MV.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaBig Bang
Autore/iG-Dragon, T.O.P Teddy
GenereK-pop
Dance pop[2]
Trap[2]
Tempo (bpm)135[1]
Pubblicazione originale
IncisioneMade
Data1º giugno 2015
EtichettaYG Entertainment
Durata3:40
Certificazioni (digitale)
Dischi d'argentoGiappone Giappone[3]
(vendite: 300 000+)

Bang Bang Bang (뱅뱅뱅?) è un brano musicale del gruppo sudcoreano Big Bang, pubblicato il 1º giugno 2015 dall'etichetta YG Entertainment come settima traccia dell'ottavo album in studio Made.

PubblicazioneModifica

Il primo poster promozionale intitolato Bang Bang Bang è stato pubblicato il 27 maggio. Il produttore della YG Entertainment Yang Hyun-suk ha commentato che la canzone era «la musica più potente che abbiate mai sentito prima».[4] Prima della sua uscita il 1º giugno a mezzanotte, i membri hanno tenuto una live sull'app V Live, dove hanno parlato delle nuove canzoni e risposto alle domande dei fan.[5]

DescrizioneModifica

I versi di Bang Bang Bang presentano un ritmo dance che è stato descritto come «ispirato agli anni '90», che ricorda Diplo e i Disclosure, con un «flusso quasi-Migos su un suono hi-NRG».[2][6]

Video musicaleModifica

Il video musicale di Bang Bang Bang è stato diretto dal registra Seo Hyun-seung ed è coreografato da Parris Goebel, che fa un'apparizione nel video.[7] Il video è stato ben accolto dalla critica. Jeff Benjamin lo ha descritto come «un affare esagerato, con i ragazzi che sfoggiano una sfilza di sguardi selvaggi, acconciature e mode in un mondo tinto di neon»,[2] mentre Eric Ducker di Rolling Stone ha affermato che «niente di [quest'anno] batte davvero la grandiosità esplosiva di Bang Bang Bang».[8] Billboard ha evidenziato il «superamento dei limiti» dei membri dell'alta moda.[9] Stereogum lo ha definito come un «video follemente epico» e ha ammirato il «bellissimo, assurdo tripudio di brillantini e capelli rosa, motociclisti idraulici e lanciafiamme, motociclette ingannate e lanciagranate, pelle borchiata e modelli androgini al guinzaglio e anti- cannoni di aerei e cappelli da cowboy e cappelli da guardia del Buckingham Palace e veicoli d'assalto guidati come carri.»[10] Sempre Stereogum, ha anche classificato il video come il quattordicesimo miglior video musicale dell'anno, l'unica canzone non inglese della lista.[11] Il Miami New Times ha scritto che il video "ampolloso" mette in evidenza «di cosa tratta l'Hallyu», con «costumi folli, danze dinamiche e valori di produzione che corrispondono, persino superano, quelli dei loro concorrenti occidentali».[12]

Il video musicale è stato il video del gruppo K-Pop più visto del 2015[13] e il secondo di tutti i tempi, solo dietro la loro Fantastic Baby. Il 19 gennaio 2016 ha raggiunto 100 milioni di visualizzazioni su YouTube, il secondo video musicale di un gruppo di ragazzi K-Pop a farlo.[14] È diventato il secondo video musicale del gruppo K-pop a superare i 200 milioni di visualizzazioni l'11 gennaio 2017.

ControversieModifica

Il gruppo è stato criticato per essersi appropriato della cultura dei nativi americani degli Stati Uniti d'America a causa del berretto da guerra, indossato solo da coloro che si sono guadagnati i più alti onori nelle loro tribù.[9][6]

Esibizioni dal vivoModifica

La prima esibizione dal vivo televisiva si è tenuta nel programma musicale M Countdown insieme a We Like 2 Party.[15] Il gruppo è anche apparso nel talk show You Hee-yeol's Sketchbook per eseguire il brano.[16] La canzone è stata tradotta in giapponese per essere inclusa nel loro album Made Series (2016). La versione giapponese ha ottenuto un nuovo video musicale, che è essenzialmente lo stesso dell'originale coreano, ma modificato per essere più corto.[17] Questa versione è stata eseguita nei programmi televisivi giapponesi Music Station, Momm!! e Space Shower TV.[18]

RiconoscimentiModifica

ClassificheModifica

Classifiche settimanaliModifica

Classifica (2015) Posizione
massima
Corea del Sud[28] 1
Finlandia[29] 30
Francia[30] 194

Classifiche di fine annoModifica

Classifica (2015) Posizione
Corea del Sud[31] 1

NoteModifica

  1. ^ (EN) BIGBANG: Bang Bang Bang [collegamento interrotto], su tunebat.com.
  2. ^ a b c d (EN) Benjamin Jeff, Banger, "Bang Bang Bang", su fuse.tv. URL consultato il 1º giugno 2015.
  3. ^ (JA) Big Bang - Bang Bang Bang – 認定検索, su Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 15 novembre 2020.
  4. ^ (EN) [OSEN Focus] Bigbang Returns with Powerful "BANG BANG BANG, su yg-life.com. URL consultato il 28 maggio 2015.
  5. ^ (EN) Bigbang Is Back Again with "Bang Bang Bang" and "We Like 2 Party", su soompi.com. URL consultato il 1º giugno 2015.
  6. ^ a b (EN) Julianne Escobedo Shepherd, K-Pop Boy Band Bigbang's Vid for 'Bang Bang Bang' Is Actually Explosive, su themuse.jezebel.com. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  7. ^ (EN) K-Pop Behind The Spotlight: Choreographer Parris Goebel On The Making Of Big Bang's 'Bang Bang Bang' Video [Exclusive], su kpopstarz.com. URL consultato il 1º marzo 2016.
  8. ^ (EN) Eric Ducker, 10 Best Music Videos of 2015, su rollingstone.com. URL consultato il 22 dicembre 2015.
  9. ^ a b (EN) Bigbang Get Wild With New Single 'Bang Bang Bang' & Video, su billboard.com. URL consultato il 14 giugno 2015.
  10. ^ (EN) Tom Breihan, Bigbang – "Bang Bang Bang" Video, su stereogum.com. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  11. ^ (EN) Tom Breihan, The 50 Best Videos Of 2015, su stereogum.com. URL consultato il 30 dicembre 2016.
  12. ^ (EN) Douglas Markowitz, A K-Pop Primer to Prepare You for G-Dragon's Miami Show, su miaminewtimes.com. URL consultato il 18 luglio 2017 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2018).
  13. ^ (EN) YouTube Releases List of Top 10 Most Watched K-Pop Music Videos of 2015 and Channels With Most Growth, su soompi.com. URL consultato il 6 dicembre 2015.
  14. ^ (EN) Big Bang achieved another milestone in beating own record, su en.yibada.com. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  15. ^ (KO) 빅뱅VS엑소, '엠카' 불태운 역대급 빅매치 (TV종합), su entertain.naver.com. URL consultato il 4 giugno 2015.
  16. ^ (EN) Big Bang To Perform New 'Made' Album Singles On 'Yoo Hee-Yeol's Sketchbook', su kpopstarz.com. URL consultato il 31 maggio 2015.
  17. ^ (EN) Big Bang release Japanese PVs of their hit songs 'Bang Bang Bang' and 'Loser', su allkpop.com. URL consultato il 5 gennaio 2016.
  18. ^ (EN) Big Bang To Follow Japanese Release Of 'MADE' With 3-Song Performance On 'Music Station', su kpopstarz.com. URL consultato il 2 febbraio 2016.
  19. ^ (EN) Mnet Asian Music Awards 2015 Winners [collegamento interrotto], in Mnet Asian Music Awards.
  20. ^ (EN) MTV Iggy on Twitter, su twitter.com. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  21. ^ (EN) Big Bang Win MTV IGGY's International Song Of the Summer 2015 For 'Bang Bang Bang', su kpopstarz.com. URL consultato il 22 luglio 2015.
  22. ^ (EN) R. Ramirez, 2015 Melon Music Awards: Bigbang, EXO Take Home The Big Prizes, su soompi.com. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  23. ^ (EN) Winners of the 5th Gaon Chart K-Pop Awards, su soompi.com. URL consultato il 23 maggio 2016.
  24. ^ (EN) Seoul Music Awards 2016, su awards.sportsseoul.com. URL consultato il 27 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 27 novembre 2015).
  25. ^ (EN) Bigbang Win Big at China's QQ Music Awards, su english.cri.cn. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  26. ^ (EN) 27th International Pop Poll Awards, su app4.rthk.hk. URL consultato il 16 maggio 2017 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2017).
  27. ^ (JA) The Japan Gold Disc Award 2017, su golddisc.jp. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  28. ^ (KO) 2015년 24주차 Digital Chart, su circlechart.kr, Circle Chart. URL consultato l'8 giugno 2015.
  29. ^ (FI) Big Bang - Bang Bang Bang, su ifpi.fi, Musiikkituottajat. URL consultato il 16 dicembre 2016.
  30. ^ (FR) BIGBANG [KR] - BANG BANG BANG (CHANSON), su lescharts.com. URL consultato il 2 novembre 2020.
  31. ^ (KO) [https:/circlechart.co.kr/main/section/chart/online.gaon?nationGbn=T&serviceGbn=ALL&targetTime=2015&hitYear=2015&termGbn=year 2015년 Digital Chart], Circle Chart. URL consultato il 3 febbraio 2016.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica