Berberis microphylla

specie di pianta della famiglia Berberidaceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Calafate
Calafate-Berberis buxifolia.jpg
Berberis microphylla
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni basali
Ordine Ranunculales
Famiglia Berberidaceae
Sottofamiglia Berberidoideae
Genere Berberis
Specie B. microphylla
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Magnoliidae
Ordine Ranunculales
Famiglia Berberidaceae
Sottofamiglia Berberidoideae
Genere Berberis
Specie B. microphylla
Nomenclatura binomiale
Berberis microphylla
G.Forst., 1789
Sinonimi

Berberis buxifolia
Lam.
Berberis cuneata
DC.
Berberis dulcis
Sweet
Berberis inermis
Pers.
Berberis magellanica
Dippel
Berberis marginata
Gay

Nomi comuni

calafate

Berberis microphylla (G.Forst., 1789), comunemente noto come calafate, è un arbusto appartenente alla famiglia delle Berberidaceae, diffuso in Argentina e Cile meridionali[1].

DescrizioneModifica

 
Frutti di B. microphylla.

Il calafate è un arbusto, sempreverde e latifoglia, spinoso di altezza approssimativa di 2-3 metri con molti rami ed aspetto cespuglioso. Ha piccole foglie lanceolate con punte spinose di colore verde scuro. I fiori ermafroditi sono piccoli, di colore giallo-arancio e la fioritura avviene in aprile-maggio. I frutti sferici, di colore dal blu al porpora, sono bacche commestibili (cioè eduli), maturano in settembre-ottobre, della grandezza di 1–2 cm.

Lucas Bridges, che visse nella Terra del Fuoco per quarant'anni, lo ricorda così:

«Il suo sapore ricorda molto quello dell'uva, ma il frutto è pieno di semini duri e contiene molto meno succo. È più grande del ribes nero e ha un colore blu scuro. Gli Yaghan lo chiamano umushamaim (da umush, "biancospino", e amaim, "bacca") e sul diario di mio padre se ne parla sempre come del "crespino dolce".»

(Lucas Bridges, Ultimo confine del mondo, p. 56)

Distribuzione e habitatModifica

Il calafate è nativo delle zone meridionali dell'Argentina e del Cile (Patagonia e Terra del Fuoco) ed è un simbolo della Patagonia stessa.

ColtivazioneModifica

Il calafate è un arbusto molto rustico, resiste ottimamente sia alla siccità e negli ambienti caldi, sia al freddo. Cresce ottimamente in qualsiasi tipologia di terreno.

È usato anche pianta ornamentale per il bel colore delle bacche, che rimangono a lungo appese sui rami.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Berberis microphylla G.Forst. | Plants of the World Online | Kew Science, su Plants of the World Online. URL consultato il 22 febbraio 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica