Apri il menu principale
Bisaca
Bisače
Bisače3101336.JPG
Geografia fisica
LocalizzazioneMare Adriatico
Coordinate42°56′14″N 17°12′15″E / 42.937222°N 17.204167°E42.937222; 17.204167Coordinate: 42°56′14″N 17°12′15″E / 42.937222°N 17.204167°E42.937222; 17.204167
Arcipelagodi Curzola (Isole curzolane)
Superficie0,046[1] km²
Sviluppo costiero1,07[1]
Altitudine massima9,2[2] m s.l.m.
Geografia politica
StatoCroazia Croazia
RegioneRegione raguseo-narentana
ComuneCurzola
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Bisaca
Bisaca
voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

Bisaca[3][4][5] Bisaga[4], Bisaccia[4], Bisacce[6], Bisace[7] o anche Bissach[8][9] (in croato: Bisače), è un isolotto disabitato della Dalmazia meridionale, in Croazia, che fa parte dell'arcipelago di Curzola (Korčulansko otočje). Amministrativamente appartiene al comune della città di Curzola[10], nella regione raguseo-narentana.

GeografiaModifica

Bisaca è uno degli isolotti più orientali del gruppo, ha una forma allungata con un restringimento al centro, misura 430 m[2] di lunghezza, ha una superficie di 0,046 km², uno sviluppo costiero di 1,07 km[1] e un'altezza di 9,2 m[2].

È situato 1 M a nord di capo Speo[8][11][7] (rt Ražnjić), l'estrema punta orientale dell'isola di Curzola, nelle acque del canale di Sabbioncello, 2,8 km[2] a nord-est del porto di Lombarda e circa 760 m[2] a sud-est di Santa Barbara. L'isolotto è alto 8 m[2], ha un'area di 0,041 km²[1] e uno sviluppo costiero di 0,97 km[1]. A sud-ovest di Bisaca ci sono alcune secche[2].

Isole adiacentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e (ENHR) Tea Duplančić Leder, Tin Ujević e Mendi Čala, Coastline lengths and areas of islands in the Croatian part of the Adriatic Sea determined from the topographic maps at the scale of 1:25000 [Lunghezze delle linee di costa e aree delle isole nella parte croata del mare Adriatico definite in base alle mappe topografiche in scala 1:25000] (PDF), in Geoadria (Zara, Hrvatski hidrografski institut [Istituto idrografico della Croazia]), vol. 9, nº 1, 2004, pp. 12-30. URL consultato il 13 febbraio 2017.
  2. ^ a b c d e f g (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, su preglednik.arkod.hr. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  3. ^ Guida d'Italia, Dalmazia, Consociazione Turistica Italiana, 1942, pp. 205-206.
  4. ^ a b c Portolano del Mediterraneo, in Cartografia ufficiale dello Stato - legge 2 febbraio 1960, n. 68, vol. 6 Mar Adriatico, Adriatico orientale, nuova tiratura febbraio 2002, Genova, Istituto idrografico della Marina, 1994, p. 284, I.I. 3161.
  5. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 1602.
  6. ^ Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 398, ISBN 978-88-85339293.
  7. ^ a b G. Giani, Carta prospettiva delle Comuni censuarie della Dalmazia, foglio 11, 1839. Fondo Miscellanea cartografica catastale, Archivio di Stato di Trieste.
  8. ^ a b Carta di cabottaggio del mare Adriatico[collegamento interrotto], foglio XI, Milano, Istituto geografico militare, 1822-1824. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  9. ^ Marieni, pp. 358-360.
  10. ^ (HR) Državni program [Programma Nazionale] (a cura di), Pregled, položaj i raspored malih, povremeno nastanjenih i nenastanjenih otoka i otočića [Analisi, posizione e schema di isolotti e piccole isole, periodicamente abitati e disabitati] (PDF), su razvoj.gov.hr, 2012, p. 36. URL consultato il 12 febbraio 2017.
  11. ^ Alberi, p. 1598.

BibliografiaModifica

CartografiaModifica

Voci correlateModifica