Apri il menu principale

Bobby Solo (1964)

album di Bobby Solo del 1964
Bobby Solo
ArtistaBobby Solo
Tipo albumStudio
PubblicazioneGennaio 1964
Dischi1
Tracce12
GenereRock and roll
Pop
EtichettaDischi Ricordi MRL 6040
ProduttoreVincenzo Micocci
Bobby Solo - cronologia
Album precedente

Bobby Solo è il primo album di Bobby Solo.

Il discoModifica

Il successo ottenuto da Una lacrima sul viso dopo la partecipazione al Festival di Sanremo 1964, convince la Ricordi di pubblicare un 33 giri del cantante romano, che racchiude cinque delle sei canzoni finora pubblicate su 45 giri (manca solo Marrone, il retro di Blu è blu), con sette brani inediti fino a quel momento (due di essi, però, Credi a me/Le cose che non ho, sono pubblicate in contemporanea su 45 giri, e la prima di esse partecipa e vince la prima edizione del Festivalbar 1964).

Delle altre canzoni dell'album, sono da ricordare Troppe volte, Credi a me e Ha, ha...ah (contenute nella colonna sonora del film Una lacrima sul viso, di Ettore Maria Fizzarotti, debutto di Bobby Solo nel cinema), e Non chiedermi nulla, prima canzone firmata alla S.I.A.E. dal cantautore che, in realtà, aveva scritto anche la musica di Una lacrima sul viso, non firmandola però in quanto non ancora iscritto[1]; Blu è blu è invece la cover di Blue on blue, canzone scritta da Burt Bacharach e portata al successo da Bobby Vinton, ed è l'unica cover presente nel disco.

Gli arrangiamenti sono curati dal maestro Iller Pattacini (Ora che sei già una donna, Non ne posso più, Blu è blu, Valeria e Non chiedermi nulla) e dal maestro Gianni Marchetti (Una lacrima sul viso, Non cercare scuse, Credi a me, Le cose che non ho, Troppe volte, Qualcosa resterà e Ha, ha...ah); non sono riportati i nomi dei musicisti che hanno partecipato alla registrazione del disco, fatta eccezione per i "Cantori Moderni" di Alessandroni, che cantano in Qualcosa resterà e in Troppe volte.

La copertina è una fotografia del cantante con un maglione arancione; sul retro, dove sono riportati i titoli dei brani, vi è una presentazione dell'album scritta da Vincenzo Micocci (all'epoca direttore artistico della Dischi Ricordi), produttore dell'album.

Il 33 giri viene pubblicato in molti paesi esteri, in Europa e in Sudamerica; ricordiamo la versione francese, con la stessa copertina di quella italiana, pubblicata dalla Festival (numero di catalogo: FLD 339).

L'album è stato ristampato in CD dalla BMG nel 1999 (numero di catalogo: 74321651822)

TracceModifica

LATO A

  1. Una lacrima sul viso (testo di Mogol; musica di Lunero[2]) - 3:08
  2. Ora che sei già una donna - (testo di Mogol; musica di Iller Pattacini) - 2:35
  3. Non ne posso più - (testo di Giorgio Salvioni; musica di Iller Pattacini) - 1:45
  4. Blu è blu - (testo italiano di Mogol; testo originale di Hal David; musica di Burt Bacharach) - 2:10
  5. Valeria - (testo di Andrea Lo Vecchio; musica di Lunero) - 2:41
  6. Non cercare scuse - (testo di Paolo Lepore; musica di Gianni Sanjust e Gianni Marchetti) - 2:15

LATO B

  1. Credi a me - (testo di Gianni Sanjust; musica di Gianni Marchetti) - 2:34
  2. Le cose che non ho - (testo di Gianni Sanjust; musica di Gianni Marchetti) - 3:10
  3. Troppe volte - (testo di Paolo Lepore; musica di Gianni Marchetti) - 2:01
  4. Qualcosa resterà - (testo di Gianni Sanjust; musica di Gianni Marchetti) - 2:19
  5. Non chiedermi nulla - (testo di Roberto Satti; musica di R. Foley) - 2:03
  6. Ha, ha...ah - (testo e musica di Dinamo) - 2:18

FormazioneModifica

  • Bobby Solo - voce
  • Gianni Marchetti - orchestra e cori (A1, A6-B2, B6)
  • Iller Pattacini - orchestra e cori (A2-A5, B3-B5)
  • Coro Di Nora Orlandi - cori (A2)

NoteModifica

  1. ^ Nella ristampa su CD dell'album Una lacrima sul viso, che nel vinile originale è firmata da Lunero, pseudonimo del maestro Iller Pattacini, è invece firmata da Bobby Solo, che ha potuto, dopo una controversia legale, riappropriarsi della sua canzone e dei cospicui diritti d'autore
  2. ^ Come già ricordato, nella ristampa su CD la canzone è firmata, per la musica, da Bobby Solo

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica