Apri il menu principale

Bollengo

comune italiano
Bollengo
comune
Bollengo – Stemma Bollengo – Bandiera
Bollengo – Veduta
Il campanile della chiesa di San Martino
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
SindacoLuigi Sergio Ricca (centrosinistra) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate45°28′N 7°57′E / 45.466667°N 7.95°E45.466667; 7.95 (Bollengo)Coordinate: 45°28′N 7°57′E / 45.466667°N 7.95°E45.466667; 7.95 (Bollengo)
Altitudine255 m s.l.m.
Superficie14,22 km²
Abitanti2 167[1] (31-12-2018)
Densità152,39 ab./km²
Comuni confinantiAlbiano d'Ivrea, Azeglio, Burolo, Ivrea, Magnano (BI), Palazzo Canavese, Piverone, Torrazzo (BI)
Altre informazioni
Cod. postale10012
Prefisso0125
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001027
Cod. catastaleA941
TargaTO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 740 GG[2]
Nome abitantibollenghini
Patronosant'Eusebio
Giorno festivoprima domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bollengo
Bollengo
Bollengo – Mappa
Localizzazione del Comune di Bollengo nella Città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Bollengo (Bolengh in piemontese) è un comune italiano di 2 167 abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte.

StoriaModifica

Da Bollengo, epoca romana, passava la via delle Gallie, strada romana consolare fatta costruire da Augusto per collegare la Pianura Padana con la Gallia.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Campanile isolato della Chiesa di San Martino, demolita nel 1733[3]
  • Chiesa campestre dei Santi Pietro e Paolo, sul percorso della Via Francigena canavesana
 
Chiesa SS. Pietro e Paolo sulla Via Francigena

Infrastrutture e trasportiModifica

Tra il 1882 e il 1933 il comune fu servito dalla tranvia Ivrea-Santhià.

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
20 giugno 1988 3 agosto 1990 Luigi Sergio Ricca Partito Socialista Italiano Sindaco [4]
9 agosto 1990 28 marzo 1991 Sergio Milesi - Sindaco [4]
16 aprile 1991 5 giugno 1993 Carlo Duò Partito Socialista Italiano Sindaco [4]
15 giugno 1993 28 aprile 1997 Piero Gontero Democrazia Cristiana Sindaco [4]
28 aprile 1997 14 maggio 2001 Giampiero Stratta - Sindaco [4]
14 maggio 2001 12 luglio 2005 Luigi Sergio Ricca centro Sindaco [4]
30 maggio 2006 17 maggio 2011 Carlo Duò centro-sinistra Sindaco [4]
16 maggio 2011 in carica Luigi Sergio Ricca lista civica: gruppo democratico indipendente Sindaco [4]

SportModifica

La locale squadra di calcio è l'"U.S.D. Bollengo Albiano Morenica" che milita nel campionato di Promozione, (girone B Piemonte-Valle d'Aosta) e nella stagione 2012/2013 ha vinto la Coppa Piemonte e Valle d'Aosta di Prima Categoria.
I colori sociali sono il bianco e il verde, il terreno di gioco è il campo sportivo "Giacomo Gaglione" di Via Biella s/n[5].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[6]

 

Etnie e minoranze straniereModifica

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2017, i cittadini stranieri residenti a Bollengo sono 123[7], così suddivisi per nazionalità, elencando per le presenze più significative[8]:

  1. Romania, 68

NoteModifica

  1. ^ Bilancio demografico Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2018
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Copia archiviata, su comune.bollengo.to.it. URL consultato l'8 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2015).
  4. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  5. ^ https://web.archive.org/web/20140827031615/http://www.usdbollengoalbianomorenica.it/ www.bollengoalbiano.it
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Dato Istat al 31/12/2017, su demo.istat.it. URL consultato il 27 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2017).
  8. ^ Dati superiori alle 20 unità

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN240568494 · WorldCat Identities (EN240568494
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte