BorgWarner

BorgWarner Inc.
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaPublic company
ISINUS0997241064
Fondazione1880 come Morse Equalizing Spring Co.[1]
1928 come Borg-Warner Corp.[1]
Sede principaleAuburn Hills
FilialiBorgWarner Engine Group[2]
BorgWarner Drivetrain Group[2]
Persone chiaveFrédéric Lissalde (President and CEO)[3]
SettoreAutomotive
ProdottiPowertrain:
trasmissione manuale
trasmissione automatica,
Trasmissioni a doppia frizione,
Turbocompressori
FatturatoUS$8.305 billion[4] (2014)
Utile nettoUS$651 million[4] (2013)
Dipendenti29.000[5] (2017)
Sito webwww.BorgWarner.com
Turbo della BorgWarner, uno dei prodotti più noti dell'azienda dell'azienda

BorgWarner Inc. è un'azienda statunitense quotata alla borsa di Wall Street, produttore e fornitore di componenti e parti per l'industria automobilistica in tutto il mondo, con sede a Auburn Hills, Michigan.[6] La società possiede 66 stabilimenti di produzione (al 2018) in 18 Paesi,[6] inclusi Stati Uniti, Canada, Europa e Asia e dà lavoro a circa 29.000 dipendenti. BorgWarner fa parte dei 25 più grandi fornitori al mondo di componenti per il settore automobilistico. L‘azienda produce tecnologie per veicoli con motori a combustione, ibridi ed elettrici.[7]

StoriaModifica

La società ebbe origine nel 1928[1] dalla fusione di Warner Gear,[1] fondata da Thomas Warner nel 1901,[1] e Borg & Beck[1] fondata da Charles Borg e Marshall Beck nel 1903,[1] Marvel Schelber Carburetor Co fondata nel 1905 da George Schebler e dalla Mechanics Universal Joint Co. L'azienda fu nota come fornitrice del cambio Warner Gear overdrive per automobili dagli anni '30,[8] e per aver sviluppato il cambio automatico a tre velocità della Studebaker introdotto negli anni '50,[1] assieme al carburatore 'Holley' a marchio Borg & Beck.[1] Ford sviluppò le trasmissioni automatiche proprio dalla Studebaker nel 1955, derivate quindi dalla Borg Warner.

Il nome Warner Gear è usato ancora nelle trasmissioni marine e industriali Borg Warner sotto il marchio 'Velvet Drive'. La produzione 'Velvet Drive' venne ceduta nel 1995 alla Regal-Beloit Corporation, la quale usò la designazione di "Velvet Drive Transmissions".

È stato sviluppato anche un turbocompressore a geometria variabile in collaborazione con la Porsche, il Variable Turbine Geometry (VTG), usato sulla Porsche 997.[9][9] Dal 2002, Peugeot, Ford e Renault diventano i maggiori clienti per turbocompressori[1] assieme a Volkswagen Group dal 1999, con il BorgWarner K-Series turbochargers.[1][6][6]

Il BorgWarner Indianapolis 500 Trophy viene presentato al vincitore della Indianapolis 500, dal 1936,[10][11] in ricordo del pilota di origini austriache Louis H. Schwitzer che vinse la prima edizione del 1909.[1]

Nel 2006 viene acquisita la divisione European Transmission and Engine Controls della Eaton Corporation.

Nel gennaio 2020 viene annunciata l'acquisizione da parte di BorgWarner della Delphi Technologies per 3,3 miliardi di US$.[12][13]

OrganizzazioneModifica

Nel 2002, BorgWarner Inc. fu divisa in due unità di business:[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m BorgWarner – Our History, in BorgWarner Inc., BorgWarner.com. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  2. ^ a b c d e f BorgWarner – Business Profile, in BorgWarner Inc., BorgWarner.com. URL consultato il 29 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2006).
  3. ^ BorgWarner – Leadership, su borgwarner.com. URL consultato il 26 agosto 2013.
  4. ^ a b Copia archiviata (PDF), su borgwarner.com. URL consultato il 26 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  5. ^ (EN) BorgWarner, su Fortune. URL consultato il 1º dicembre 2018.
  6. ^ a b c d Facts and Figures, borgwarner.com. URL consultato il February 17, 2014 (archiviato dall'url originale il September 21, 2013).
  7. ^ (EN) Joe Pettitt, Sport Compact Turbos & Blowers, CarTech Inc, 2004-09, ISBN 978-1-884089-88-6. URL consultato il 4 dicembre 2017.
  8. ^ Borg-Warner R10 Overdrives?, su hotrodders.com, March 9, 2005.
  9. ^ a b 911 Turbo technology coming to a car near you, in MotorAuthority.com, October 12, 2006. URL consultato il October 29, 2009 (archiviato dall'url originale il maggio 3, 2008).
  10. ^ BorgWarner and the Indianapolis 500, in BorgWarner Inc., BorgWarner.com. URL consultato il October 29, 2009 (archiviato dall'url originale il luglio 29, 2010).
  11. ^ IRL: Borg-Warner Trophy Has Long, Colorful History of Excellence, in Gordon Communications, TheAutoChannel.com, April 8, 1998. URL consultato il October 29, 2009.
  12. ^ BorgWarner To Buy Delphi Technologies In $3.3 Billion Deal, in Forbes, 28 January 2020.
  13. ^ Delphi tapping credit line puts sale to BorgWarner at risk, in Reuters, 31 March 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 0550 1728