Apri il menu principale
Braschi
StatoCesena
Titoli
Attuale capoGiovanni Ángelo Theodoli-Braschi

I Braschi sono una famiglia nobile dimorante anticamente a Cesena.

Fiorirono due famiglie distinte con questo cognome, ambedue nobili, in Cesena anteriormente al XVII secolo, presero il nome dal luogo d'abitazione, una dei Serri, l'altra delle Tavernelle.

Indice

Braschi dei SerriModifica

Provenienti da Sarsina, ebbero come capostipite il duca dei Longobardi e di Benevento Liutprando[1]. Questo ramo produsse Pio VI, e si estinse nel 1799, alla morte dello stesso papa. Il nome tuttavia continuò con Luigi Braschi-Onesti, che ebbe discendenza, e con Romoaldo Braschi-Onesti, cardinale. Questi, figli di Giulia sorella di Pio VI e del marchese Gerolamo Onesti di Cesena, furono adottati dal papa e nominati suoi eredi.

Luigi Braschi-Onesti, duca di Nemi, fu, insieme all'illustre zio, il committente di Palazzo Braschi in Roma.

Braschi delle TavernelleModifica

Originaria di Rimini, si estinse nel 1736 e l'eredità passò alle famiglie Masini e Venturelli.

Titoli nobiliariModifica

NoteModifica

  1. ^ Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana pagina 179 volume B - D, Forni, 1968. URL consultato l'8 gennaio 2011.
    «Traevano origine da Liutprando discendente da Agisulfo I».

BibliografiaModifica

  • Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti di Giovanni B. Crollalanza, Editore Dir. del Giornale Araldico, 1886
  • Enciclopedia storico-nobiliare italiana di Vittorio Spreti, editore Arnaldo Forni, 1928 - 36