Apri il menu principale
CNN Brasil
Stato Brasile Brasile
Lingua portoghese
Tipo All-news
Editore Turner Broadcasting System (WarnerMedia & AT&T)

CNN Brasile è un futuro canale di televisione a pagamento concesso in licenza dalla rete di notizie statunitense CNN in Brasile. È controllato da Douglas Tavolaro, ex direttore del giornalismo di RecordTV e Rubens Menin, proprietario di MRV Engenharia.[1] La sua sede sarà a San Paolo, con filiali a Rio de Janeiro e Brasilia, nonché filiali internazionali, con circa 400 giornalisti.[2] Prima, nel 2017, il canale ha collaborato con RedeTV! e Simba Content, anch'esso formato da SBT e RecordTV, che non ha avuto successo.[3]

StoriaModifica

Nel 2017, c'è stato un accordo provvisorio per stabilire una partnership tra RedeTV! e Turner Broadcasting System per il lancio del canale, che entrerebbe anche nel pacchetto offerto dal programmatore Simba Content, formato da RedeTV!, RecordTV e SBT. Il settore della conformità del colosso statunitense ha considerato come problemi i collegamenti di RecordTV con la Chiesa universale del regno di Dio, impedendo così l'insediamento. La RedeTV! non ha dimostrato la capacità di investimento di apportare i contributi necessari all'operazione ai livelli richiesti dalla CNN.

Il 14 gennaio 2019, è stato annunciato che il CNNIC (CNN International Commercial) hanno firmato un accordo di licenza del marchio con l'imprenditore Rubens Menin, proprietario di aziende come MRV e Inter, e giornalista Douglas Tavolaro allora direttore notizie la RegistrazioneTV, che sarebbero i fondatori della nuova società che avrebbe portato in Brasile il funzionamento di ciò che è più grande canale di notizie del mondo e avviare l'assunzione di più di 500 persone.

AncorasModifica

  • Evaristo Costa
  • Luciana Barreto
  • Mari Palma
  • Monalisa Perrone
  • Phelipe Siani
  • Reinaldo Gottino
  • William Waack

NoteModifica

  1. ^ (PT) A roupa suja da CNN Brasil: escravidão, grampos e Edir Macedo, The Intercept. URL consultato il 20 gennaio 2019.
  2. ^ (PT) CNN terá canal no Brasil e prevê contratação de 400 jornalistas, EXAME. URL consultato il 15 gennaio 2019.
  3. ^ (PT) CNN prepara lançamento de canal no Brasil, em parceria com a RedeTV!, Folha de S. Paulo. URL consultato il 23 maggio 2019.

Collegamenti esterniModifica