Can't Repeat

singolo dei The Offspring del 2005
Can't Repeat
Offspring - Can't Repeat.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano. Da sinistra sono visibili Noodles, Dexter Holland, Atom Willard e Greg K.
ArtistaThe Offspring
Tipo albumSingolo
Pubblicazione2 agosto 2005[1]
Durata3:26
Album di provenienzaGreatest Hits
Genere[1]Punk revival
Pop punk
Rock alternativo
EtichettaTen Records[1]
ProduttoreJerry Finn[2]
Dave Jerden[2]
Brendan O'Brien[2]
Registrazione2005
FormatiCD
The Offspring - cronologia
Singolo precedente
(2005)
Singolo successivo
(2008)

Can't Repeat è il secondo singolo[3] estratto dall'album Greatest Hits della band punk Offspring.

Ha raggiunto la posizione #10 nella classifica Billboard Mainstream Rock Tracks[4].

Parlando della sua inclusione nel Greatest Hits, Dexter Holland ha detto[5]:

(EN)

«The way the world works now, if you really want people to hear about a Greatest Hits record, you need that new song»

(IT)

«Per come ora vanno le cose, se vuoi veramente che la gente ascolti un Greatest Hits, hai bisogno di una nuova canzone»

(Dexter Holland)

SignificatoModifica

La canzone narra del ricordarsi il passato con malinconia, obbligandosi a pensare che la vita va avanti, nonostante quanto si stia male adesso[6].

VideoModifica

Il video rappresenta semplicemente gli Offspring che eseguono il brano in una stanza abbandonata.

Venne creata un'altra versione del video, che mostra alcune persone che guardano vecchie fotografie, riprendendo il concetto principale del brano.

La prima versione è presente nel DVD Complete Music Video Collection.

TracceModifica

Prima versione[1]Modifica

  1. Can't Repeat
  2. Long Way Home

Seconda versione[7]Modifica

  1. Can't Repeat
  2. One Hundred Punks (Generation X cover)
  3. Long Way Home (Live)
  4. (Can't Get My) Head Around You (Live)
  5. Can't Repeat (Video)

FormazioneModifica

ClassificheModifica

Classifica (2005) Posizione
massima
Stati Uniti (alternative)[8] 9
Stati Uniti (mainstream rock)[8] 10

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) Can't Repeat, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ a b c (EN) Greatest Hits, su AllMusic, All Media Network.
  3. ^ Billboard.com Archiviato il 15 novembre 2008 in Internet Archive.
  4. ^ Billboard.com
  5. ^ Ipcdigital.co.uk[collegamento interrotto]
  6. ^ Greatest Hits
  7. ^ Billboard.com
  8. ^ a b (EN) The Offspring Chart History, su Billboard. URL consultato il 25 luglio 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk