Apri il menu principale

Cannoni tedeschi ad anima conica della seconda guerra mondiale

Un cannone anticarro 2,8 cm sPzB 41, nel museo di Ottawa

I cannoni controcarro ad anima conica erano armi tedesche, utilizzati dalla Wehrmacht durante la seconda guerra mondiale.

Indice

DescrizioneModifica

Si trattava di cannoni con una canna conica che si restringeva verso la bocca, che sparavano proiettili decalibrati, non provvisti di "sabot" ma di due flange che si schiacciavano nell'anima della canna, al ridursi della sezione. La particolairtà consisteva nel fatto che sparavano, ad altissima velocità, proietti perforanti sottocalibrati di tungsteno, particolarmente adatto pertanto a perforare le corazze dei carri armati.

VersioniModifica

Ve ne erano tre tipi principali:

ImpiegoModifica

Furono utilizzati sia nell'artiglieria anticarro, che montati su cingolati. I cannoni ad anima conica erano armi efficaci, ma necessitavano di tungsteno (che serviva anche per le attrezzature industriali): così, essi vennero progressivamente ritirati dall'artiglieria della Wehrmacht. Solo il più piccolo rimase in linea, perché era dotato di proiettili molto leggeri, da 0,125 kg[1].

NoteModifica

  1. ^ Shirokorad A. B. The God of War of the Third Reich. M. AST, 2002

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica