Apri il menu principale

Certi piccolissimi peccati

film del 1976 diretto da Yves Robert
Certi piccolissimi peccati
Titolo originaleUn éléphant ça trompe énormément
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno1976
Durata105 min
Generecommedia
RegiaYves Robert
SceneggiaturaJean-Loup Dabadie, Yves Robert
ProduttoreAlain Poiré, Yves Robert
FotografiaRené Mathelin
MontaggioGérard Pollicand
MusicheVladimir Cosma
ScenografiaJean-Pierre Kohut-Svelko
CostumiNadine Dessalles
Interpreti e personaggi

Certi piccolissimi peccati (Un éléphant ça trompe énormément) è un film del 1976 diretto da Yves Robert.

Ha avuto un seguito nel 1977, Andremo tutti in paradiso (Nous irons tous au paradis), e un remake americano nel 1984, La signora in rosso (The Woman in Red).

TramaModifica

Étienne, un quarantenne sposato e con una carriera di pubblicitario, si invaghisce di Charlotte, una avvenente modella ingaggiata dal suo direttore per prestare il volto della Marianne, icona della Repubblica Francese. L'uomo, che nonostante l'età è avvezzo al gioco ed agli scherzi con i suoi coetanei, perde qualsiasi interesse in nome di Charlotte, cominciando a trascurare gli interessi e gli affetti, fino a coronare il suo sogno trascorrendovi una notte in un appartamento presso l'Arco di Trionfo.

La mattina vi è un imprevisto: il marito della donna, un pilota civile, suona alla porta. Étienne vorrebbe discutervi ma Charlotte lo spinge a nascondersi fuori dalla finestra. In piedi su un cornicione con indosso una sola vestaglia, richiamando così l'attenzione di tutto il centro parigino. I pompieri, pronti con un telone, lo invitano a lanciarsi. Durante la caduta l'uomo riflette sul suo gesto, nei guai in cui si è cacciato, tutto per il corpo di una modella, ma poco prima di atterrare morbidamente, scorge il sorriso di una sobria ma gradevole cronista.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema