Apri il menu principale
Chiesa di San Giuseppe dei Vecchi
Esterno vecchi.jpg
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
LocalitàCoA Città di Napoli.svg Napoli
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareSan Giuseppe
Arcidiocesi Napoli
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzione1614

Coordinate: 40°51′06.75″N 14°14′47.92″E / 40.851875°N 14.246645°E40.851875; 14.246645

L'interno

La chiesa di San Giuseppe dei Vecchi è una chiesa monumentale del centro storico di Napoli.

Storia e descrizioneModifica

Fu fondata nel 1614 da Andrea Cavallo, padre caracciolino, sui suoli di una delle proprietà Carafa. In breve tempo la chiesetta ed il monastero divennero subito operativi, ma nel 1634 i monaci affidarono a Cosimo Fanzago la progettazione di una chiesa più grande e maestosa. Il progetto fanzaghiano andò a rilento per diversi motivi, compresa l'epidemia di peste del 1656; nel 1665, la chiesa venne consacrata ancora incompleta, tanto che la fabbrica era coperta per mezzo di un tetto provvisorio. Venne completata tra il 1706 e il 1712 dall'architetto Onofrio Parascandalo e nel 1732, per far fronte ai danni del terremoto del medesimo anno, l'ordine incaricò a Nicola Tagliacozzi Canale il restauro e il consolidamento della struttura.

Sulla facciata, il portale in piperno, che funge da sagrato, è opera di Francesco Solimena. L'interno è a croce greca con l'asse longitudinale più lungo dell'altro asse; possiede quattro cappelle angolari e l'abside, poligonale, presenta un arco, simile ad una serliana, che nasconde un ulteriore ambiente destinato ad ospitare una tela. Degne di menzione sono le due grandi tele di Nicola Maria Rossi e Antonio Sarnelli sugli altari del transetto e il San Giuseppe con il Bambino, scultura lignea di Nicola Fumo.

Galleria d'immaginiModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN242779173 · GND (DE7643162-9 · WorldCat Identities (EN242779173