Apri il menu principale

Chiesa di San Sebastiano (Castelsantangelo sul Nera)

edificio religioso di Castelsantangelo sul Nera

StoriaModifica

Parte della storia dell'edificio è nota grazie ad un'incisione presente sull'architrave del portale, su cui si legge "Societas Misericordiae MDLXXX", e ci spiega che la costruzione della chiesa è stata, almeno in parte, finanziata della Confraternita della Misericordia; infatti questa struttura era stata realizzata come oratorio per la Confraternita dall'architetto Pietro da Tolentino, e fu terminata nel 1528. Il legame che la tradizione stabilisce tra questa chiesa e la battaglia del Pian Perduto fa supporre che l'edificio risalga persino ad un periodo antecedente al 1522, anno della predetta battaglia, quindi le date citate sopra citano rifacimenti della struttura.

DescrizioneModifica

La facciata presenta una struttura realizzata in blocchi di pietra squadrata. L'interno è a navata unica terminante ad abside semicircolare. La copertura a doppio spiovente è sorretta da due archi a doppio sesto. Sulla parete destra è rappresentata una Madonna in trono con Bambino, con San Lorenzo e Sant'Antonio Abate. L'opera è inserita in una nicchia. Un fregio ci ricorda i committenti e la data dell'affresco: "Angelo [...] Fratelli Lor Devotione 1597", ovvero "Ad Angelo [...] i fratelli per loro devozione 1597". L'affresco è attribuito ad Ascanio Poggini, ultimo esponente della Scuola di Mevale.

BibliografiaModifica

  • Sonia Pierangeli, Castelsantangelo sul Nera La Storia I Simboli Le Emozioni, Piediripa, Grafica Maceratese, 2009.
  • Simonetta Torresi, Castelsantangelo sul Nera In Omnibus Finem, Pollenza, Tipografia S. Giuseppe srl, 2000.
  • Ansano Fabbi, Visso e le sue valli, Spoleto, Arti grafiche Panetto & Petrelli, 1977.

Collegamenti esterniModifica