Cimaï è un sito d'arrampicata francese, situato vicino al paese di Évenos, una quindicina di chilometri a nord ovest di Tolone.

La roccia è di calcare e ci sono circa 250 vie soprattutto verticali e strapiombanti.

Nel 2011 a causa di cadute di pietre la falesia è stata chiusa per due mesi e poi riaperta dopo essere stata messa in sicurezza.[1][2]

StoriaModifica

Cimaï è un luogo storico per l'arrampicata. Negli anni '80 e '90 questa falesia, come anche Buoux, è stata al centro dell'evoluzione dell'arrampicata mondiale. È stata frequentata dai migliori arrampicatori di quel periodo come Patrick Edlinger, Didier Raboutou, Jean-Baptiste Tribout, Antoine Le Menestrel, Stefan Glowacz, Isabelle Patissier e Lynn Hill.

Principali traguardi:

Le vieModifica

Le vie più difficili:

NoteModifica

  1. ^ Cimai chiusa all'arrampicata, planetmountain.com, 31 maggio 2011. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  2. ^ Cimaï, divieto di arrampicata revocato, planetmountain.com, 1º luglio 2011. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  3. ^ (EN) Toby Dunn, Cimai: Winter Sport-Climbing Heaven, planetfear.com, 13 ottobre 2008. URL consultato il 2 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2008).
  4. ^ (FR) Fred Labreveux, Le premier 8c+ du Cimaï réalisé par Gérôme Pouvreau, grimper.com, 28 gennaio 2011. URL consultato il 2 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2011).

Collegamenti esterniModifica