Cinque Nazioni 1983

54ª edizione del Cinque Nazioni maschile e 89ª assoluta del Championship
Cinque Nazioni 1983
Competizione Cinque Nazioni
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 89ª
Date dal 15 gennaio 1983
al 19 marzo 1983
Luogo Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda e Scozia
Partecipanti 5
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Francia Francia
(13º titolo)
Ex aequo Irlanda Irlanda
(17º titolo)
Calcutta Cup Scozia Scozia
Cucchiaio di legno Inghilterra Inghilterra
Statistiche
Miglior marcatore Irlanda Ollie Campbell (52)
Record mete Francia Patrick Estève (5)
Incontri disputati 10
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Cinque Nazioni 1982 Cinque Nazioni 1984 Right arrow.svg

Il Cinque Nazioni 1983 (in inglese 1983 Five Nations Championship; in francese Tournoi des Cinq Nations 1983; in gallese Pencampwriaeth y Pum Gwlad 1983) fu la 54ª edizione del torneo annuale di rugby a 15 tra le squadre nazionali di Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda e Scozia, nonché l'89ª in assoluto considerando anche le edizioni dell'Home Nation Championship.

Il torneo vide il suo diciassettesimo ex aequo in testa alla classifica, da parte di Francia e Irlanda, rispettivamente alla loro tredicesima e diciassettesima affermazione[1][2][3].

L'Inghilterra, ultima dopo 7 anni, evitò il Whitewash grazie a un pareggio 13-13 a Cardiff che le permise di non chiudere a zero punti, tuttavia perse la sfida per la Calcutta Cup in casa per la prima volta dal 1971[4][5]; alla Scozia occorsero 38 anni per rivincere il trofeo a Twickenham[6]. Notevole, infine, l'impresa del francese Patrick Estève, metaman dell'edizione e primo giocatore, nell'era del torneo a cinque, a marcare contro tutte e quattro le avversarie.

Il valore delle marcature, come stabilito dall’IRFB nel 1977, era: 4 punti per ciascuna meta (6 se trasformata), 3 punti per la realizzazione di ciascun calcio piazzato, idem per il drop[7].

Nazionali partecipanti e sediModifica

Squadra Città Impianto interno
  Francia Parigi Parco dei Principi
  Galles Cardiff National Stadium
  Inghilterra Londra Twickenham
  Irlanda Dublino Lansdowne Road
  Scozia Edimburgo Murrayfield

RisultatiModifica

1ª giornataModifica

Londra
15 gennaio 1983
Inghilterra  15 – 19
referto
  FranciaTwickenham (70000 spett.)
Arbitro:   David Burnett

Edimburgo
15 gennaio 1983
Scozia  13 – 15
referto
  IrlandaMurrayfield
Arbitro:   Jean-Claude Yche

2ª giornataModifica

Parigi
5 febbraio 1983
Francia  19 – 15
referto
  ScoziaParco dei Principi (45204 spett.)
Arbitro:   Alun Richards

Cardiff
5 febbraio 1983
Galles  13 – 13
referto
  InghilterraNational Stadium
Arbitro:   John West

3ª giornataModifica

Dublino
19 febbraio 1983
Irlanda  22 – 16
referto
  FranciaLansdowne Road (50000 spett.)
Arbitro:   Alan Hosie

Edimburgo
19 febbraio 1983
Scozia  15 – 19
referto
  GallesMurrayfield
Arbitro:   Roger Quittenton

4ª giornataModifica

Cardiff
5 marzo 1983
Galles  23 – 9
referto
  IrlandaNational Stadium
Arbitro:   John Tigg

Londra
5 marzo 1983
Inghilterra  12 – 22
referto
  ScoziaTwichenham
Arbitro:   Tom Doocey

5ª giornataModifica

Parigi
19 marzo 1983
Francia  16 – 9
referto
  GallesParco dei Principi (45242 spett.)
Arbitro:   Tom Doocey

Dublino
19 marzo 1983
Irlanda  25 – 15
referto
  InghilterraLansdowne Road
Arbitro:   Brian Anderson

ClassificaModifica

Classifica G V N P PF PS PT
  Francia 4 3 0 1 70 61 9 6
  Irlanda 4 3 0 1 71 67 4 6
  Galles 4 2 1 1 64 53 11 5
  Scozia 4 1 0 3 65 65 0 2
  Inghilterra 4 0 1 3 55 79 −24 1

NoteModifica

  1. ^ (EN) Bill McLaren, Campbell claims crown, in Glasgow Herald, 21 marzo 1983, p. 16. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  2. ^ (FR) Le Tournoi des Cinq-Nations 1983, in Journal de l'année, Paris, Larousse, 1982, p. 741, ISSN 0449-4733 (WC · ACNP). Ospitato su Bibliothèque nationale de France.
  3. ^ (EN) Geoffrey Nicholson, That's another fine mess Ollie got poor England in, in The Observer, 20 marzo 1983, p. 41.
  4. ^ (EN) Bill McMurtrie, Scotland impose the lesson of the three "R"s, in Glasgow Herald, 7 marzo 1983, p. 14. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  5. ^ (EN) Geoffrey Nicholson, Fare for a wooden spoon, in The Observer, 6 marzo 1983, p. 41.
  6. ^ (EN) Becky Grey, England 6-11 Scotland: Finn Russell orchestrates first Scottish win at Twickenham since 1983, in BBC, 6 febbraio 2021. URL consultato il 23 febbraio 2022.
  7. ^ (EN) David Frost, Rules revolution, in The Guardian, 26 marzo 1977, p. 18.

Collegamenti esterniModifica


  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby