Città della Salute

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Circoscrizioni di Torino.
Città della Salute
CTO Torino.JPG
Grattacielo CTO
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaTorino Torino
CittàTurin coat of arms.svg Torino
CircoscrizioneCircoscrizione 8
QuartiereCittà della Salute
Altri quartieriMolinette

La Città della Salute e della Scienza di Torino, comunemente nota come Città della Salute (Sità dla Salute in piemontese), è un complesso di strutture appartenenti all'Azienda Ospedaliero-Universitaria, ubicate nella zona a sud-est di Torino e situata attualmente nella Circoscrizione 8 (già nella 9 fino al 2016), precedentemente chiamata zona Ospedali (zòna Ospedaj), all'interno del quartiere Nizza Millefonti, ricca di presidi sanitari e di ospedali, tra i quali spicca quello delle Molinette (da cui prende nome anche l'omonima zona e stazione metropolitana Carducci-Molinette).
In attuazione del Piano socio-sanitario della Regione Piemonte, i presidi ospedalieri delle Molinette, San Lazzaro, San Giovanni Antica Sede (SGAS), Centro Traumatologico Ortopedico (CTO), Maria Adelaide, ospedale infantile Regina Margherita e ospedale ostetrico-ginecologico Sant'Anna, sono inseriti in un'unica rete funzionalmente integrata.

Polo Ospedaliero-UniversitarioModifica

La Città della Salute e della Scienza è il polo sanitario più grande a livello nazionale ed europeo, conta circa dodicimila dipendenti e garantisce diagnosi, cura e assistenza sanitaria in molteplici percorsi di cura. La fusione dei presidi ospedalieri di riferimento regionale permette alla Città della Salute e della Scienza, insieme alla Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino, di essere un'Azienda competitiva a livello europeo.[1]

Progetto "Parco della Salute"Modifica

Dal 2017 è stato approvato il progetto per la costruzione di un comprensorio denominato "Parco della Salute"[2] di Torino, situato nell'Area ex-Avio, ai piedi del Grattacielo della Regione Piemonte, e che dovrebbe sostituire l'attuale circuito sanitario, con la relativa graduale dismissione di alcuni ospedali della zona. Il progetto è in corso d'opera, e dovrebbe prevedere un polo universitario didattico, strutture sanitarie più moderne, giardini interni e residenze per gli operatori medici, un passante per la stazione ferroviaria di Torino Lingotto, una rotonda sotterranea[3][4].

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica