Apri il menu principale

I Cocco furono una famiglia patrizia veneziana, annoverata fra le cosiddette Case Nuove.

StoriaModifica

Secondo la tradizione, i Cocco si trasferirono a Venezia da Mantova[1], oppure, più probabilmente, da Durazzo in Albania[2].

Nei primi secoli di storia della città lagunare, i Cocco le diedero antichi tribuni. Membri dell'antico Consilium cittadino, furono tra le famiglie incluse nella serrata del Maggior Consiglio del 1297[1][2]. Alcuni membri ricoprirono importanti cariche ecclesiastiche dello Stato da Mar. Nel 1565, un Gaetano (o Giacomo) di Antonio Cocco fondò a Padova il Collegio Cocco[1].

Dopo la caduta della Serenissima, il governo imperiale austriaco riconobbe ai Cocco la patente di nobiltà con Sovrane Risoluzioni datate 11 novembre 1817[2].

Membri illustriModifica

Luoghi e architettureModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica