Colorado Springs

comune statunitense del Colorado

Colorado Springs è un comune degli Stati Uniti d'America e capoluogo e città più popolosa della contea di El Paso nello stato del Colorado. La popolazione era di 478.961 persone al censimento del 2020, il che la rendeva al tempo la seconda città più grande dello Stato, alle spalle di Denver, e la quarantesima negli Stati Uniti.[1][2] La città si trova nella parte centro-est del Colorado, sul Fountain Creek, a 60 miglia (97 km) a sud dal Campidoglio di Denver. Fa parte dell'area metropolitana di Colorado Springs ed è la seconda città principale del Front Range urban corridor.

Colorado Springs
city
(EN) Colorado Springs, Colorado
Colorado Springs – Bandiera
Colorado Springs – Veduta
Colorado Springs – Veduta
Colorado Springs con il Front Range sullo sfondo
Localizzazione
StatoBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Colorado
ConteaEl Paso
Amministrazione
SindacoYemi Mobolade dal 2-6-2023
Territorio
Coordinate38°51′48″N 104°47′31″W / 38.863333°N 104.791944°W38.863333; -104.791944 (Colorado Springs)
Altitudine1 839 m s.l.m.
Superficie504,8 km²
Abitanti478 961 (2020)
Densità948,81 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale80901-80951, 80960, 80962, 80970, 80977, 80995, 80997
Prefisso719
Fuso orarioUTC-7
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Colorado Springs
Colorado Springs
Colorado Springs – Mappa
Colorado Springs – Mappa
Sito istituzionale

Colorado Springs si trova a 1 839 metri di altezza, presso le pendici del Pikes Peak, che si innalza per 4 302 metri sul livello del mare sul fronte orientale delle Montagne Rocciose meridionali.

Storia modifica

I popoli Ute, Arapaho e Cheyenne furono i primi abitanti registrati nell'area che divenne di Colorado Springs.[3] Facendo parte del territorio compreso nell'Acquisto della Louisiana del 1803 da parte degli Stati Uniti, l'area dell'attuale città fu designata nel 1854 come parte del Territorio del Kansas. Nel 1859, dopo il primo insediamento locale, divenne parte del Territorio di Jefferson il 24 ottobre, e della contea di El Paso il 28 novembre. Colorado City situata sul Front Range alla confluenza di Fountain e Camp creek fu "formalmente organizzata il 13 agosto 1859"[4] durante la corsa all'oro di Pike's Peak. Funse da capitale del Territorio del Colorado dal 5 novembre 1861 fino al 14 agosto 1862, quando la capitale venne spostata a Golden, prima dello spostamento finale a Denver nel 1867.[5] Molti immigranti inglesi si erano stabiliti a Colorado Springs all'inizio del 1870, tanto che la città venne chiamata localmente "Piccola Londra".[6] Nel 1871 la Colorado Springs Company fondò la città di La Font (poi chiamata Manitou Springs) e Fountain Colony, rispettivamente a monte e a valle di Colorado City.[7] Entro l'anno, Fountain Colony fu chiamata Colorado Springs e divenne ufficialmente incorporata.[8] La sede della contea di El Paso passò da Colorado City alla città di Colorado Springs nel 1873; il 1º dicembre 1880 Colorado Springs si espanse verso nord con due annessioni di appezzamenti di terra.

Il secondo periodo di annessioni fu negli anni 1889-90, e incluse Seavey's Addition, West Colorado Springs, East End e North End. Nel 1891 la Broadmoor Land Company costruì il quartiere di Broadmoor ed il Casinò di Broadmoor, e dal 12 dicembre 1895 la città aveva quattro siti minerari e 275 broker minerari.[9] Nel 1898 la città fu progettata in quadranti a partire dalla direttrice nord-sud Cascade Avenue e dalla direttrice est-ovest Washington/Pikes Peak avenue.

 
Nikola Tesla seduto nella stazione sperimentale di Colorado Springs con la sua bobina che genera milioni di volt

Dal 1899 al 1901 operò a Knob Hill la stazione sperimentale di Nikola Tesla e i voli aerei sui vicini campi di Broadmoor iniziarono nel 1919. L'Aeroporto Alexander a nord della città aprì nel 1925, e nel 1927 venne acquistato ad est della città l'appezzamento di terra che ospita l'Aeroporto Municipale di Colorado Springs.

La presenza militare in città ebbe inizio durante la seconda guerra mondiale, partendo da Camp Carson (oggi divenuta la base di Fort Carson), che fu istituito nel 1941.[10] Durante la guerra le United States Army Air Forces affittarono la terra adiacente all'aeroporto municipale, dandogli nome Peterson Field nel dicembre 1942.

Nel novembre 1950 la Ent Air Force Base fu scelta come quartier generale del comando di difesa aerospaziale durante la guerra fredda. L'ex base aerea dell'esercito della seconda guerra mondiale, Peterson Field, che era divenuta inattiva al termine del conflitto, fu riaperta nel 1951 come Peterson Space Force Base.[11] Venne istituito il Comando di Difesa Aerospaziale del Nord America (NORAD) che fungeva da comando rafforzato e centro di controllo all'interno del Complesso del Monte Cheyenne durante la guerra fredda.[12]

Tra il 1965 ed il 1968 all'interno della città o nelle vicinanze furono fondate l'Università del Colorado a Colorado Springs, il Pikes Peak State College e l'Università Tecnica del Colorado.[13][14] Nel 1977 gran parte dell'ex Ent Air Force Base divenne un centro di addestramento olimpico. Il Partito Libertario venne fondato nella città negli anni '70.[15]

Il 1º ottobre 1981 Broadmoor Addition, Cheyenne Canon, Ivywild, Skyway e Stratton Meadows furono assorbite in Colorado Springs dopo che la Corte Suprema del Colorado rovesciò una sentenza della corte distrettuale che aveva vanificato l'annessione. Ulteriori assorbimenti hanno avuto luogo in seguito per espandere la città, tra cui le aree di Nielson Addition e Vineyard Commerce Park nel settembre 2008.

Geografia fisica modifica

Secondo lo United States Census Bureau, ha un'area totale di 194,6 mi² (504,01 km²).

Società modifica

Evoluzione demografica modifica

Secondo il censimento[16] del 2020, la popolazione è di 478.961 persone.

Etnie e minoranze straniere modifica

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 78,8% di bianchi, il 6,3% di afroamericani, l'1,0% di nativi americani, il 3,0% di asiatici, lo 0,3% di oceaniani, il 5,5% di altre etnie, e il 5,1% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque tipo erano il 16,1% della popolazione.

Cultura modifica

Media modifica

Il giornale locale è The Gazette, fondato nel 1873.

Amministrazione modifica

Gemellaggi modifica

Note modifica

  1. ^ 2020 Population and Housing State Data, su census.gov, United States Census Bureau. URL consultato il 6 aprile 2023.
  2. ^ Annual Estimates of the Resident Population for Incorporated Places of 50,000 or More, Ranked by July 1, 2018 Population: April 1, 2010 to July 1, 2018, su factfinder.census.gov, United States Census Bureau, Population Division. URL consultato il 6 aprile 2023 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2020).
  3. ^ Colorado Springs History and Heritage, su visitcos.com, Visit Colorado Springs. URL consultato il 7 aprile 2023.
  4. ^ El Paso County, su historycolorado.org, History Colorado (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2013).
  5. ^ (EN) Jerome Constant Smiley, Semi-centennial History of the State of Colorado, Brookhaven Press, 1913, pp. 367–369, ISBN 978-1-4035-0045-8.
  6. ^ The Rocky Mountain Region edita da Rick Newby p. 108
  7. ^ Deborah Harrison, Manitou Springs, Arcadia Publishing, 2012, ISBN 9780738595962. URL consultato il 7 aprile 2023.
  8. ^ Downtown Historic Survey, su springsgov.com, City of Colorado Springs. URL consultato il 7 aprile 2023 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2015).
  9. ^ Colorado's Mining Craze (PDF), The New York Times, 2 dicembre 1895. URL consultato il 7 aprile 2023 (archiviato dall'url originale il 27 aprile 2021).
  10. ^ (EN) Tom Roeder, Colorado Springs at 150 years - The military's impact on growth and development, The Gazette, 18 ottobre 2021. URL consultato il 7 aprile 2023.
  11. ^ Robert Mueller, Active Air Force Bases Within the United States of America on 17 September 1982, in Air Force Bases (Report), I, Office of Air Force History, 1989, ISBN 0-912799-53-6.
  12. ^ North American Aerospace Defense Command > About NORAD > Cheyenne Mountain Air Force Station, su norad.mil, North American Aerospace Defense Command. URL consultato il 7 aprile 2023.
  13. ^ Paul T Hellmann, Historical Gazetteer of the United States, Taylor & Francis, 1º novembre 2004, p. 129, ISBN 978-0-203-99700-0. URL consultato il 7 aprile 2023.
  14. ^ Annual Report to Congress of the Federal Board for Vocational Education. URL consultato il 7 aprile 2023.
  15. ^ Sydney Herdle – The Daily Collegian, A guide to the major platforms of the Libertarian Party, su psu.edu.
  16. ^ American FactFinder, su factfinder2.census.gov, United States Census Bureau. URL consultato l'11 aprile 2022.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN236868852 · ISNI (EN0000 0004 0643 5750 · LCCN (ENn79084870 · GND (DE4211757-4 · BNE (ESXX5542178 (data) · BNF (FRcb152422660 (data) · J9U (ENHE987007547809305171
  Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che parlano degli Stati Uniti d'America