Apri il menu principale
Consiglio della provincia autonoma di Trento
Trentino CoA.svg
Conseil provincial Trente.jpg
Palazzo Trentini sede del consiglio provinciale
Istituito1948
Operativo dal1948
PresidenteWalter Kaswalder
SedeTrento
IndirizzoVia Giannantonio Manci, 27
Sito web

Il Consiglio della Provincia autonoma di Trento è il Consiglio provinciale del Trentino. Il Consiglio esercita la funzione legislativa ed ha la funzione di controllo nei confronti del governo provinciale (la Giunta della Provincia autonoma di Trento) nell'esercizio della sua competenza. L'attuale presidente del Consiglio è Bruno Dorigatti[1].

Grazie allo Statuto d'autonomia della Regione Trentino-Alto Adige, il Consiglio esercita numerose competenze su molte materie, in un numero maggiore non solo rispetto a qualsiasi provincia italiana, ma anche rispetto alle regioni. Di fatto il potere nelle varie materie dei Consigli delle province autonome di Trento e di Bolzano è pari o superiore a quello di una normale regione a statuto ordinario o provincia di una regione autonoma.

Il Consiglio è composto da 35 consiglieri (34 più il presidente della provincia), di cui 1 eletto dalla minoranza ladina. I consiglieri sono anche allo stesso tempo membri del Consiglio regionale del Trentino-Alto Adige, che esercita un numero considerevolmente minore di competenze (la gran parte delle competenze vengono infatti esplicate dalle due province autonome che costituiscono la regione).

La sede è a Palazzo Trentini, in via Manci a Trento, ma le sedute si svolgono nella Sala del Consiglio, all'interno del Palazzo della Regione in Piazza Dante.[2]

Indice

ElezioneModifica

Il Consiglio provinciale viene eletto ogni 5 anni in occasione delle elezioni provinciali. Esse si svolgono sulla base della normativa contenuta nella legge n°2 del 5 marzo 2003, che prevede l'elezione diretta del Presidente della Provincia e la possibilità di preferenza per un singolo partito ad esso collegato e per due candidati consiglieri di genere diverso.

Il candidato alla presidenza che ottenga il maggior numero di preferenze viene dichiarato eletto ed entra di diritto a far parte del Consiglio. È automaticamente membro dell'assise anche il candidato più votato nel comprensorio dei Comuni ladini.

Per quanto riguarda la distribuzione dei seggi ai partiti, essa avviene con un sistema elettorale proporzionale con premio di maggioranza. Alla coalizione sostenente il presidente eletto, viene garantita di base la maggioranza assoluta dei seggi, cioè 18. Se però il presidente eletto ottiene almeno il 40% dei suffragi, ai suoi partiti vengono assegnati almeno i tre quinti dei seggi, cioè 21. A garanzia delle minoranze, la coalizione vincente non può comunque coprire più dei sette decimi dell'assise, cioè 24 seggi. All'interno delle singole coalizioni, o in ogni caso in cui il risultato elettorale rispetti naturalmente le soglie predette, l'attribuzione dei seggi fra le liste dei singoli partiti avviene in base al metodo D'Hont, e all'interno delle liste vengono proclamati eletti i candidati più votati.

ComposizioneModifica

 

     Partito Democratico: 5 seggi

     Futura 2018: 2 seggi

     Unione per il Trentino: 1 seggio

     Movimento 5 Stelle: 2 seggi

     Partito Autonomista Trentino Tirolese: 4 seggi

     Lega: 14 seggi

     Civica Trentina: 2 seggi

     Forza Italia: 1 seggio

     Agire: 1 seggio

     Progetto Trentino: 1 seggio

     Autonomisti Popolari: 1 seggio

     Fassa: 1 seggio

 
La Sala del Consiglio durante una seduta

Attualmente nella XVI Legislatura, in base alle elezioni provinciali del 2018, nel Consiglio della Provincia di Trento sono presenti i seguenti partiti politici:[3]

Gruppo Seggi
Lega 14
Civica Trentina 2
Progetto Trentino 1
Autonomisti Popolari 1
Forza Italia 1
Agire per il Trentino 1
Associazione Fassa 1
TOTALE MAGGIORANZA 21
Partito Democratico 5
Futura2018 2
Unione per il Trentino 1
Partito Autonomista Trentino Tirolese 4
Movimento 5 Stelle 2
TOTALE OPPOSIZIONE 14
TOTALE SEGGI 35

NoteModifica

  1. ^ Presidente del Consiglio Archiviato il 26 gennaio 2009 in Internet Archive., Provincia autonoma di Trento.
  2. ^ Assistere ai lavori del Consiglio, Consiglio della Provincia Autonoma di Trento. URL consultato il 22-11-2013 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2014).
  3. ^ I gruppi consiliari Archiviato il 18 dicembre 2008 in Internet Archive., Provincia autonoma di Trento.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica