Indipendente (politica)

persona non affiliata a nessun partito politico

In politica, si definisce indipendente un politico o una persona non affiliata a partiti o movimenti politici.

TipologiaModifica

Spesso la scelta di essere o diventare indipendente, in politica, è dovuta:

  • allo scioglimento del precedente partito di appartenenza;
  • alla provenienza da settori del mondo non politico;
  • alla decisione di non volersi "sottoporre" a un'ideologia politica;
  • alla provenienza dal mondo militare.

StoriciModifica

Politici trasformisti e difficili da inquadrare ideologicamente del XIX secolo spesso sono considerati i precursori degli indipendenti, ad esempio lo fu Talleyrand.

Ex Unione Sovietica e Patto di VarsaviaModifica

Ad esempio, nei Paesi dell'ex Unione Sovietica o in quelli dell'ex Patto di Varsavia, molti politici sono diventati indipendenti per lunghi periodi a causa dello scioglimento del PCUS e dei partiti comunisti ad esso collegati.

Stati Uniti d'AmericaModifica

Negli Stati Uniti d'America è presente un buon numero di politici "indipendenti" (seppur in pochi siano eletti ad incarichi governativi) anche se questi sono, in linea generale, di solito, vicini a uno dei due maggiori partiti nazionali: è il caso degli "Indipendenti Democratici", non affiliati ma vicini al Partito Democratico, e degli "Indipendenti Repubblicani", non affiliati ma vicini al Partito Repubblicano. Tra gli indipendenti candidatisi alle Elezioni Presidenziali che hanno conseguito risultati rilevanti si ricordano Theodore Roosevelt, George Wallace (il primo, fondatore del Partito Progressista, il secondo, in area democratica), Ross Perot e Bernie Sanders.

ItaliaModifica

Anche in Italia ci sono casi simili:

Altri casi recenti sono stati gli esponenti dei governi tecnici Dini (1995-1996), Monti (2011-2013) e Draghi (2021-presente) definiti "tecnici" non solo perché formati da esperti nelle singole materie, ma anche perché non affiliati ad alcun partito al momento della formazione dei relativi Governi. Alla fine del proprio mandato "tecnico", Dini e Monti fondarono un partito politico (rispettivamente Rinnovamento Italiano e Scelta Civica) che si presentarono alle successive elezioni politiche.

Una categoria specifica di politici indipendenti italiani furono gli "indipendenti di sinistra", che parteciparono alla vita politica sostenendo le posizioni della sinistra senza però essere iscritti ad alcun partito politico.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2018002860 · GND (DE4173420-8
  Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica