Unione dei comuni del Coros

(Reindirizzamento da Coros)
Unione dei comuni del Coros
unione di comuni
Unione dei Comuni del Coros
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Sassari-Stemma.svg Sassari
Amministrazione
CapoluogoOssi
PresidenteCarlo Sotgiu dall'11/07/2018
Lingue ufficialiitaliano, sardo
Data di istituzione23 aprile 2008
Territorio
Coordinate
del capoluogo
40°41′N 8°35′E / 40.683333°N 8.583333°E40.683333; 8.583333 (Unione dei comuni del Coros)
Superficie416,10[1] km²
Abitanti33 693[2] (01/01/2016)
Densità80,97 ab./km²
ComuniCargeghe, Codrongianos, Florinas, Ittiri, Muros, Olmedo, Ossi, Ploaghe, Putifigari, Tissi, Uri, Usini
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
TargaSS
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[3]
Cartografia
Unione dei comuni del Coros – Mappa
Sito istituzionale

L'Unione dei comuni del Coros (in sardo: Unione de sos comunes de su Coros) è un'unione di comuni della Sardegna, in provincia di Sassari, costituita ai sensi dell'articolo 32 del Decreto legislativo 18 agosto 2000, numero 267[4], della quale fanno parte i Comuni di Cargeghe, Codrongianos, Florinas, Ittiri, Muros, Olmedo, Ossi, Ploaghe[5], Putifigari, Tissi, Uri ed Usini[6].

StoriaModifica

Nata il 23 aprile 2008, il territorio dell'Unione arriva ad una popolazione complessiva di 32.646 abitanti (dati al 2008), estendendosi su una superficie territoriale di kmq 512,16[7]. All'Unione sono demandate diverse funzioni, tra le quali la protezione civile, il servizio barracellare, la polizia municipale, il nucleo di valutazione ed altre[8].

A seguito della modifica statutaria la scelta del presidente avviene tramite elezione e dura in carica due anni insieme alla giunta. In data 11 luglio 2018 è stato eletto presidente il sindaco del Comune di Ploaghe, Carlo Sotgiu.

La sede legale ed amministrativa si trova a Ossi in via Marconi 14, ospitata nello stabile del vecchio municipio.

CuriositàModifica

Nonostante la denominazione, soltanto pochi centri dell'Unione afferivano anticamente alla curatoria di Coros (villaggio oggi scomparso), ovvero Ittiri, Ossi, Tissi, Uri e Usini. I restanti afferivano alle curatorie di Figulinas e Ulumedu.

NoteModifica

  1. ^ Unione dei Comuni del Coros - L'Unione, su unionecoros.it. URL consultato il 13 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2011).
  2. ^ Unione dei Comuni del Coros - L'Unione, su unionecoros.it. URL consultato il 13 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2019).
  3. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  4. ^ Testo integrale del D.Lgs 267/2000 dal portale Normattiva.it, su normattiva.it. URL consultato il 13 febbraio 2012.
  5. ^ Unione dei Comuni del Coros, Unione dei Comuni del Coros, su egov1.halleysardegna.com. URL consultato il 6 aprile 2017.
  6. ^ Unione dei Comuni del Coros - L'Unione, su unionecoros.it. URL consultato il 13 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2011).
  7. ^ Unione Comuni del Coros, su unionecoros.it. URL consultato il 26 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2019).
  8. ^ Servizi e funzioni associate, su unionecoros.it. URL consultato il 13 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 aprile 2017).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna