Crotta d'Adda

comune italiano
Crotta d'Adda
comune
Crotta d'Adda – Stemma Crotta d'Adda – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Cremona-Stemma.png Cremona
Amministrazione
SindacoSebastiano Baroni (lista civica) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate45°10′N 9°51′E / 45.166667°N 9.85°E45.166667; 9.85 (Crotta d'Adda)
Altitudine52 m s.l.m.
Superficie12,94 km²
Abitanti650[1] (31-12-2018)
Densità50,23 ab./km²
Comuni confinantiAcquanegra Cremonese, Castelnuovo Bocca d'Adda (LO), Cornovecchio (LO), Grumello Cremonese ed Uniti, Maccastorna (LO), Meleti (LO), Monticelli d'Ongina (PC), Pizzighettone, Spinadesco
Altre informazioni
Cod. postale26020
Prefisso0372
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT019038
Cod. catastaleD186
TargaCR
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 389 GG[3]
Nome abitanticrottesi
PatronoSan Lorenzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Crotta d'Adda
Crotta d'Adda
Crotta d'Adda – Mappa
Posizione del comune di Crotta d'Adda nella provincia di Cremona
Sito istituzionale

Crotta d'Adda (Cròta in dialetto cremonese) è un comune italiano di 650 abitanti della provincia di Cremona, in Lombardia.

Geografia fisicaModifica

Crotta d’Adda sorge sulle sponde del fiume Adda, non distante dal punto in cui esso confluisce nel Po.

Origini del nomeModifica

Il nome del luogo Crotta deriva da un ramo della nobile ed antica famiglia Crotta o Crotti di stirpe longobarda, che nell'Alto Medioevo, da Bergamo si stabilì in questo luogo. I Crotti erano nobili arimanni Longobardi, cioè guerrieri Longobardi a cavallo, che all'epoca dell'invasione longobarda nel 568 d.C. si stabilirono a Bergamo, dopodiché s'insediarono anche in altre zone della Lombardia. Fra i membri della casata Crotti si annoverano: il re longobardo Rotari, suo figlio il re Rodoaldo, i duchi di Bergamo, compreso Rotari l'ultimo duca longobardo di Bergamo.[senza fonte]

SocietàModifica

Divenne nel XII secolo proprietà della chiesa di Milano. Passò poi nelle mani di importanti famiglie lombarde; insieme a Basiasco, Corno Giovine, Cornovecchio, Pizzighettone Maleo e Maccastorna costituì il territorio su cui la famiglia Vincemala (Vismara) esercitò il Mero e Misto Impero dal 1272 al 1381.

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

La popolazione straniera residente al 31 dicembre 2015 era di 78 persone, pari al 12,07% della popolazione.[5]

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2018.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ demo.istat.it, http://demo.istat.it/str2015/index02.html.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia