Apri il menu principale

Cultura di Fritzens-Sanzeno

Cultura di Fritzens-Sanzeno è il nome convenzionale e moderno di un "aspetto culturale" protostorico, definito sulla base delle caratteristiche dei resti materiali. La Cultura di Fritzens-Sanzeno è attestata nella seconda età del ferro, dal VI al I secolo a.C., nell'area alpina del Trentino e del Tirolo storico, e nel periodo di massima espansione raggiunge anche l'Engadina. Il nome deriva dalle due località di Fritzens in Tirolo (Austria) e Sanzeno in Trentino, dove vennero effettuati importanti scavi archaeologici all'inizio del sec. XX. La Cultura di Fritzens-Sanzeno sostituisce la Cultura di Luco-Meluno in Alto Adige e nel Trentino e la Cultura dei campi di urne nel Tirolo austriaco. Detta facies culturale cessò a seguito della conquista della Rezia e dell'arco alpino messa in atto da Augusto alla fine del primo secolo avanti Cristo, che segna pertanto la fine dell'età del ferro in quest'area geografica.[1]

NoteModifica

  1. ^ Franco Marzatico, Il gruppo di Fritzens-Sanzeno, in Die Räter/I Reti, Bolzano, Athesia, 1992, 213-246.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia