Apri il menu principale

Cyperus

genere di pianta della famiglia Cyperaceae

DescrizioneModifica

Comprende piante erbacee annuali o perenni con radici fascicolate o rizomatose. Sono caratterizzate da lunghi steli diritti e senza nodi che portano nella parte terminale un ciuffo di brattee riunite ad ombrella.

SpecieModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Specie di Cyperus.

Al genere appartengono più di 600 specie e la più conosciuta è il Cyperus papyrus noto come papiro da cui nell'antico Egitto si ricavava una fibra che veniva utilizzata per la tessitura dei papiri, che con la pergamena costituivano l'unica "carta" disponibile.

In Italia il C. papyrus si è acclimatato in Sicilia alla fonte Aretusa.

Altra specie molto diffusa come pianta ornamentale è la Cyperus alternifolius, con fusti alti e sottili che portano foglie dalle brattee a raggiera simili alle bacchette di un ombrello aperto, la varietà gracilis viene coltivata in vaso in coltura idroponica

UsiModifica

Viene principalmente utilizzato come pianta ornamentale nelle vasche o stagni dei giardini, per l'eleganza e il portamento del fogliame, o negli appartamenti in vasi idroponici.

ColtivazioneModifica

Teme il freddo, preferisce esposizioni a mezz'ombra, clima caldo, terreno ricco, melmoso, misto a sabbia.

La coltura in vaso richiede ambienti caldi, luce solare filtrata, concimazioni mensili con fertilizzante liquido, mantenere costantemente bagnate le radici ponendo il vaso in un recipiente pieno d'acqua, rinvasare o rinterrare in primavera quando le radici invadono completamente il vaso, usando terriccio universale miscelato a carbone di legna

La moltiplicazione avviene per divisione dei cespi o per talea fogliare.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica