Diocesi di Ptuj

Ptuj
Sede vescovile titolare
Dioecesis Poetoviensis
Chiesa latina
Vescovo titolarePavel Posád
Istituita2000
StatoSlovenia
Diocesi soppressa di Ptuj
Suffraganea diAquileia
Eretta?
Soppressa?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Ptuj o Poetovio (in latino: Dioecesis Poetoviensis) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Ptuj in Slovenia, corrispondente alla città romana di Poetovio, è un'antica sede vescovile della provincia romana del Norico, suffraganea del patriarcato di Aquileia.

Il primo vescovo conosciuto di Ptuj è san Vittorino, scrittore ecclesiastico, che subì il martirio all'epoca dell'imperatore Diocleziano; è ricordato nel martirologio romano alla data del 2 novembre. Il vescovo Apriano prese parte al concilio di Sardica, mentre Marco fu tra i padri del concilio di Aquileia del 381; in questa assise era presente anche un delegato del vescovo ariano della città, Giuliano Valente.

Non si conoscono più nomi di vescovi di Ptuj dopo il IV secolo. Nella lettera inviata all'imperatore Maurizio dai vescovi riuniti ad Aquileia nel 591, si parla anche del vescovo della ecclesia Breonensis; alcuni autori hanno voluto leggere, in questo termine difficilmente spiegabile, una storpiatura effettuata da qualche amanuense del termine Poetoviensis; secondo Jacques Zeiller questa interpretazione è insostenibile.

Dal 2000 Ptuj è annoverata tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica; dal 26 gennaio 2008 il vescovo titolare è Pavel Posád, vescovo ausiliare di České Budějovice.

CronotassiModifica

VescoviModifica

Vescovi titolariModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi