Apri il menu principale
Diocesi di Wuhu
Dioecesis Uhuvensis
Chiesa latina
Saint Joseph Cathedral in Wuhu 2012-05.JPG
Suffraganea dell' arcidiocesi di Anqing
Sede vacante
Sacerdoti 58 di cui 8 secolari e 50 regolari
709 battezzati per sacerdote
Religiosi 26 uomini, 15 donne
Abitanti 5.000.000
Battezzati 41.135 (0,8% del totale)
Parrocchie 24
Erezione 8 agosto 1921
Rito romano
Indirizzo Catholic Mission, Bishop's House, Taikoo Matow, Wuhu, Anhui, China
Dati dall'Annuario pontificio 1951 riferiti al 1950 (ch · gc?)
Chiesa cattolica in Cina

La diocesi di Wuhu (in latino: Dioecesis Uhuvensis) è una sede della Chiesa cattolica in Cina suffraganea dell'arcidiocesi di Anqing. Nel 1950 contava 41.135 battezzati su 5.000.000 di abitanti. La sede è vacante.

TerritorioModifica

La diocesi comprende parte della provincia cinese di Anhui.

Sede vescovile è la città di Wuhu, dove si trova la cattedrale di San Giuseppe.

StoriaModifica

Il vicariato apostolico di Anhui (Ngan-hoei) fu eretto l'8 agosto 1921 con il breve Ex hac Beati Petri di papa Benedetto XV, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico di Kiangnan (oggi arcidiocesi di Nanchino).

Il 3 dicembre 1924 assunse il nuovo nome di vicariato apostolico di Wuhu.

Il 21 febbraio 1929 cedette porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione dei vicariati apostolici di Anqing (oggi arcidiocesi) e di Bengbu (oggi diocesi).

Il 22 febbraio 1937 cedette un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Tunxi.

L'11 aprile 1946 il vicariato apostolico è stato elevato a diocesi con la bolla Quotidie Nos di papa Pio XII.

Il 3 luglio 2001 il governo cinese ha unificato le tre diocesi della provincia di Anhui, e cioè Anqing, Bengbu e Wuhu, in una sola, rinominando la nuova circoscrizione ecclesiastica "diocesi di Anhui". Questa nuova organizzazione non è riconosciuta dalla Santa Sede. Il vescovo Joseph Zhu Huayu, appartenente all'Associazione patriottica cattolica cinese ma non riconosciuto da Roma, fino al 2001 era vescovo di Bengbu; con la fusione delle tre diocesi è diventato primo vescovo della neonata diocesi di Anhui. È morto il 26 febbraio 2005.[1]

Il 3 maggio 2006 è stato ordinato, senza un previo consenso della Santa Sede, monsignor Giuseppe Liu Xinhong come nuovo vescovo dell'Anhui, cosa che ha suscitato una presa di posizione ufficiale di Roma.[2]

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Vicente Huarte San Martín, S.J. † (26 aprile 1922 - 23 agosto 1935 deceduto)
  • Zenón Arámburu Urquiola, S.J. † (7 luglio 1936 - 4 aprile 1969 deceduto)
    • Sede vacante
    • Francis Zhang Feng-zao † (27 maggio 1990 consacrato - 6 maggio 1994 deceduto)
    • Joseph Zhu Huayu † (2001 - 26 febbraio 2005 deceduto) (vescovo di Anhui)[3]
    • Giuseppe Liu Xinhong, consacrato il 3 maggio 2006 (vescovo di Anhui)

StatisticheModifica

Alla fine del 1950 la diocesi contava su una popolazione di 5.000.000 di persone 41.135 battezzati, corrispondenti allo 0,8% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 41.135 5.000.000 0,8 58 8 50 709 26 15 24

NoteModifica

  1. ^ Fusione delle diocesi di Anhui e Morte di Mons. Joseph Zhu Huayu, dal sito eglasie.mepasie.org.
  2. ^ eglasie.mepasie.org e Agenzia Fides[collegamento interrotto].
  3. ^ Vescovo di Bengbu, con la fusione delle tre diocesi nel 2001 è diventato primo vescovo della neonata diocesi di Anhui, non riconosciuta dalla Santa Sede.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi