Apri il menu principale

Dragan Velikić

scrittore e diplomatico serbo
Dragan Velikić nel 2010

Dragan Velikić (in serbo Драган Великић?; Belgrado, 3 luglio 1953) è uno scrittore e diplomatico serbo.

BiografiaModifica

Dragan Velikić è nato a Belgrado, dove vive e lavora, nel 1953[1].

Cresciuto a Pola, in Istria, si è laureato in Filologia all'Università di Belgrado e dal 1996 al 1999 è stato direttore di Radio B92, emittente apertamente schierata contro il regime di Slobodan Milošević[2].

Dal 1999 al 2002 ha vissuto in esilio volontario a Vienna, Budapest, Monaco, Berlino e Brema e ha ricoperto l'incarcio di Ambasciatore per la Serbia a Vienna dal 2005 al 2009[3].

Giornalista per il settimanale indipendente Vreme dal 1991 al 1996, ha pubblicato 11 romanzi, 3 raccolte di racconti e 5 opere di saggistica[4].

Tra i riconoscimenti letterari ottenuti si segnalano due premi NIN: nel 2007 per La finestra russa e nel 2015 per Islednik[5].

Opere principaliModifica

RomanziModifica

  • Via Pola (Via Pula, 1988), Rovereto, Zandonai, 2009 traduzione di Ljiljana Avirović ISBN 978-88-95538-25-9.
  • Astragan (1991)
  • Hamsin 51 (1993)
  • Il muro del Nord[6] (Severni zid, 1995), Rovereto, Zandonai, 2012 traduzione di Alice Parmeggiani ISBN 978-88-95538-54-9.
  • Astrakan (Astragan, 1991), Rovereto, Zandonai, 2013 traduzione di Dunja Badnjevic e Manuela Orazi ISBN 978-88-95538-06-8.
  • Danteov trg (1997)
  • Slučaj Bremen (2001)
  • Dosije Domaševski (2003)
  • La finestra russa[7] (Ruski prozor, 2007), Rovereto, Zandonai, 2011 traduzione di Dunja Badnjevic e Manuela Orazi ISBN 978-88-95538-33-4.
  • Bonavia (2012), Rovereto, Keller, 2019 traduzione di Estera Miocic ISBN 978-88-99911-44-7.
  • Islednik (2015)

RaccontiModifica

  • Pogrešan pokret (1983)
  • Staklena bašta (1985)
  • Beograd i druge priče (2009)

SaggiModifica

  • YU-tlantida (1993)
  • Deponija (1994)
  • Stanje stvari (1998)
  • Pseća pošta (2005)
  • O piscima i gradovima (2010)

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Scheda dello scrittore, su pordenonelegge.it. URL consultato il 30 aprile 2019.
  2. ^ Biografia e opere tradotte, su archivio.festivaletteratura.it. URL consultato il 30 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 30 aprile 2019).
  3. ^ Introduzione all'autore, su archiv.air-noe.at. URL consultato il 30 aprile 2019.
  4. ^ Informazioni salienti, su berliner-kuenstlerprogramm.de.
  5. ^ (SR) Драгану Великићу НИН-ова награда за роман године, su rts.rs, 18 gennaio 2016. URL consultato il 30 aprile 2019.
  6. ^ Marianna Morosin, Recensione, su mangialibri.com. URL consultato il 30 aprile 2019.
  7. ^ Anna Borrelli, Recensione, su mangialibri.com. URL consultato il 30 aprile 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN14854247 · ISNI (EN0000 0001 2099 2703 · LCCN (ENn85248468 · GND (DE122850092 · BNF (FRcb123875193 (data) · WorldCat Identities (ENn85-248468