Apri il menu principale

DescrizioneModifica

È uno squalo con un lungo corpo cilindrico, ricoperto da grandi dentelli cutanei che protudono dalla superficie, privo di pinna anale, con due piccole pinne dorsali poste molto posteriormente, prossime alla pinna caudale, e cinque aperture branchiali. Può raggiungere una lunghezza massima di 3.94 m e un peso di 227 kg.[1].

Distribuzione e habitatModifica

Questa specie è presente nell'Oceano Atlantico occidentale, dalla Georgia al Maine e l'Argentina, nell'Atlantico orientale dal Sudafrica alla Norvegia, nella maggior parte del Mediterraneo, Mozambico, il Mar Arabo vicino all'Oman, nell'Oceano Indiano dal Sud dell'India allo Sri Lanka, nell'Oceano Pacifico nei pressi di Honshū in Giappone nel sud dell'Australia e in Nuova Zelanda.

Etologia e RiproduzioneModifica

L'Echinorhinus brucus è uno squalo che vive tra i piani infralitorale - batiale a profondità comprese tra i 18 e i 900 m. Si nutre di piccoli squali, pesci ossei e di crostacei. È ovoviviparo e può generare fino a 24 piccoli per volta.

NoteModifica

  1. ^ Kindersley, Dorling (2001, 2005). Animal. New York City: DK Publishing. ISBN 0-7894-7764-5

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci