Georgia (Stati Uniti d'America)

stato federato degli Stati Uniti d'America
Georgia
stato federato
(EN) State of Georgia
Georgia – Stemma Georgia – Bandiera
(dettagli) (dettagli)
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Amministrazione
CapoluogoAtlanta
GovernatoreBrian Kemp (R) dal 2019
Data di istituzione2 gennaio 1788
Territorio
Coordinate
del capoluogo
33°45′18″N 84°23′24″W / 33.755°N 84.39°W33.755; -84.39 (Georgia)
Altitudine0 - 1 458 m s.l.m.
Superficie153 909 km²
Abitanti9 687 653[1] (1-7-2010)
Densità62,94 ab./km²
Contee159 contee
Comuni536 comuni
Stati federati confinantiFlorida, Alabama, Tennessee, Carolina del Nord, Carolina del Sud
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-5
ISO 3166-2US-GA
Nome abitanti(IT) georgiani[2]
(EN) Georgians
Rappresentanza parlamentare14 Rappresentanti: 6 D, 8 R
2 Senatori: Raphael Warnock (D), Jon Ossoff (D)
SoprannomePeach State (Stato delle pesche), Empire of the South (Impero del Sud)
Motto(EN) Wisdom, Justice, Moderation (Saggezza, Giustizia, Moderazione)
Cartografia
Georgia – Localizzazione
Georgia – Mappa
Sito istituzionale

La Georgia (AFI: /ʤeˈɔrʤa/[3][4]; in inglese ascolta[?·info], /ˈdʒɔɹdʒⁱə/) è uno Stato federato degli Stati Uniti d'America, situato nella sezione sudorientale del paese (South Atlantic). La capitale è Atlanta, che è anche la città più popolosa.

StoriaModifica

Ultima colonia britannica del Nord America, fu fondata come provincia coloniale della Georgia sotto il regno di Giorgio II di Gran Bretagna nel 1732 da James Edward Oglethorpe, che ne fu il primo governatore, finché nel 1752 divenne Colonia della Corona. Allora il territorio cui si riferiva era decisamente più ampio dell'attuale, includendo vaste zone che poi (1802), dopo lunghe controversie, furono lasciate dallo Stato della Georgia al Congresso e successivamente andarono a concorrere alla costituzione degli stati dell'Alabama e del Mississippi (territorio ad Ovest del fiume Chattahoochee fino al Mississippi). Lo scopo originale era quello di costituire uno stato cuscinetto (o colonia cuscinetto) fra la Carolina del Sud e la Florida, allora colonia spagnola, per dare alla prima maggior sicurezza contro le incursioni ispaniche, e la Louisiana francese ad Ovest.

Divenuto stato indipendente, fu ammesso nell'Unione nel 1780 e fu il quarto stato ad adottare la costituzione federale, ma il suo ingresso fu ratificato solo il 2 gennaio 1788.

Allo sviluppo delle piantagioni di cotone, cui seguirono quelle della canna da zucchero, si accompagnò il ricorso alla schiavitù (per altro autorizzata in Georgia solo dal 1751[5]), causa principale della guerra di secessione americana iniziata nel 1861, nella quale la Georgia si schierò tra gli Stati confederati, e di cui furono famosi i "Volontari della Georgia" (Georgia Volunteers). Quando il generale Sherman occupò la capitale Atlanta, nel settembre 1864, iniziò il crollo della Confederazione. Fu riammessa nell'Unione federale solo nel 1870.

Geografia fisicaModifica

Confina a nord-ovest con il Tennessee, a nord-est con la Carolina del Nord, ad est con la Carolina del Sud, a sud-est è bagnata dall'oceano Atlantico, a sud confina con la Florida e ad ovest con l'Alabama.

Le città principali, oltre ad Atlanta, sono Athens, Augusta, Columbus, Macon, Rome, Savannah.

Ha una superficie di 153.910 km², con distanze massime di 515 km da nord a sud e di 410 km da est a ovest. L’estensione costiera misura 161 km.

I fiumi principali sono il Savannah, l'Altamaha, l'Ocmulgee, alcuni dei quali formano rapide e cascate. I maggiori laghi sono il Sidney Lanier e il Sinclair, tutti artificiali.

La geografia della Georgia è quella del sud-est degli Stati Uniti. Le principali caratteristiche geografiche includono montagne come gli Appalachi a nord-ovest, i Monti Blue Ridge a nord-est, l'altopiano Piedmont nella parte centrale dello stato e la Pianura costiera dell'Atlantico a sud. Lungo la costa dello stato si trovano le Golden Isles of Georgia, con le città portuali continentali di Brunswick e Darien. L'area più alta della Georgia è Brasstown Bald, che si trova a 1.458 m (4.783 piedi) sul livello del mare. Il centro geografico si trova nella Contea di Twiggs[6]. Con l'eccezione di alcune aree d'alta quota nella Blue Ridge, l'intero stato ha un clima subtropicale umido.

Origini del nomeModifica

Il nome del territorio, originariamente destinato dal parlamento e da alcuni filantropi inglesi ad accogliere i debitori poveri della madrepatria all'inizio del Settecento, venne chiamato Georgia in onore del re Giorgio II (1683-1760), che aveva dato il permesso regale per lo stabilimento della colonia.

EconomiaModifica

AgricolturaModifica

L'economia di questo stato si basa quasi completamente sull'agricoltura. La coltivazione principale è quella del cotone, ma vi è anche quella del mais e del riso. Molto diffusa l'industria cotoniera grazie al basso costo della manodopera. È molto sviluppata anche l'industria della carta.

EnergiaModifica

La produzione e il consumo di elettricità della Georgia sono tra i più alti degli Stati Uniti, con il gas naturale come combustibile principale per la generazione elettrica, seguito dal carbone. Lo stato ha anche due impianti nucleari, Plant Hatch e Plant Vogtle, che contribuiscono a quasi un quarto della produzione di elettricità della Georgia, mentre due reattori nucleari aggiuntivi sono in costruzione a Vogtle e saranno operativi nel 2023. Nel 2013, il mix di generazione è stato 39% gas, 35% carbone, 23% nucleare, 3% idro e altre fonti rinnovabili. La principale area di consumo di energia è il settore industriale, specialmente nell'industria del legno e della carta[7].

IndustriaModifica

Sebbene molti lavori tessili sono stati trasferiti all'estero, esiste ancora un'industria tessile situata intorno alle città di Rome, Columbus, Augusta, Macon e lungo il corridoio I-75 tra Atlanta e Chattanooga, nel Tennessee. Storicamente questa industria è nata a Piedmont, dove si utilizzava l'energia data da cascate e fiumi.

Nel novembre 2009, la casa automobilistica sudcoreana Kia Corporation ha iniziato la produzione delle sue auto in Georgia. Il primo stabilimento Kia costruito negli Stati Uniti, Kia Motors Manufacturing Georgia (KMMG), si trova a West Point; è in grado di produrre 360.000 automobili all'anno per il mercato nordamericano e mondiale. Con un costo iniziale di 1 miliardo di dollari, la struttura si estende su oltre 2.200 acri (8,9 km2) di terreno vicino all'Interstate 85[8].

La produzione industriale include tessuti e abbigliamento, attrezzature per il trasporto, industria alimentare, prodotti di carta, prodotti chimici e apparecchiature elettriche.

SocietàModifica

CittàModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Città della Georgia (Stati Uniti d'America).

Le città più popolose sono la capitale, Atlanta, Augusta, Columbus, Savannah e Athens, tutte sopra i 100.000 abitanti.

Da una stima del 1º luglio 2017 queste sono le prime 10 città per numero di abitanti:

  1. Atlanta, 487.389
  2. Augusta, 196.658
  3. Columbus, 190.159
  4. Savannah, 130.331
  5. Athens, 112.760
  6. Macon, 93.076
  7. Roswell, 87.312
  8. Sandy Springs, 83.166
  9. Albany, 75.825
  10. Marietta, 67.021

ReligioniModifica

Affiliazione religiosa in Georgia[9]
 
Evangelicali
  
38%
protestanti afroamericani
  
17%
altri protestanti
  
12%
Cattolicesimo
  
9%
Testimoni di Geova
  
2%
Mormonismo
  
1%
altri cristiani
  
1%
Ebraismo
  
1%
Altri
  
2%
Non affiliati
  
18%

SportModifica

Nella capitale Atlanta hanno sede 4 squadre professionistiche:

Nella città di Augusta viene disputato l'Augusta Masters, un importante torneo di golf.

Atlanta è stata la sede dei Giochi della XXVI Olimpiade e dei X Giochi paralimpici estivi. Le Olimpiadi si sono svolte dal 19 luglio al 4 agosto 1996. Fu durante questo periodo, il 27 luglio, che ci fu l'attacco terroristico di Atlanta del 1996 che ebbe luogo al Centennial Olympic Park, dove furono uccise due persone e 111 ferite. Le Paralimpiadi si sono svolte dal 15 agosto al 29 agosto 2006.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN144230826 · ISNI (EN0000 0004 0405 8664 · LCCN (ENn79023113 · GND (DE4020273-2 · J9U (ENHE987007554952105171 · NDL (ENJA00628631 · WorldCat Identities (ENlccn-n79023113
  Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che parlano degli Stati Uniti d'America