Apri il menu principale

Edson Cholbi Nascimento

allenatore di calcio e ex calciatore brasiliano
Edinho
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 178 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1998 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1990-1991Santos0 (0)
1992Portuguesa Santista? (-?)
1993São Caetano? (-?)
1994-1998Santos60 (-?)
1998Ponte Preta15 (-?)
Carriera da allenatore
2007SantosPortieri
2007-2015SantosVice
2015Mogi Mirim
2016Água Santa
2017non conosciuta Tricordiano
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Edson Cholbi Nascimento, noto come Edinho (Santos, 27 agosto 1970), è un allenatore di calcio ed ex calciatore brasiliano, di ruolo portiere.

BiografiaModifica

Figlio di Pelé,[1] è stato allevato dalla madre, e ha cominciato ad avere rapporti con il padre solo a partire dai 18 anni, una volta tornato in Brasile dagli USA. In un'intervista, ha dichiarato che Pelé è stato «più mito che padre».[2]

Il 6 giugno 2005 viene arrestato a San Paolo per un coinvolgimento in un traffico di droga[3] La notizia dell'arresto del figlio ha profondamente addolorato Pelé, che era anche stato testimonial di campagne contro gli stupefacenti.[4] È stato rilasciato alla fine del 2006.

Nel 2014 Edson è stato condannato a 33 anni di carcere da un tribunale brasiliano di prima istanza, con l'accusa di riciclaggio di soldi provenienti dal narcotraffico.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni stataliModifica

Santos: 1997

Competizioni internazionaliModifica

Santos: 1998

NoteModifica

  1. ^ (EN) Edson Cholbi do Nascimento (Edinho), Playerhistory.com. URL consultato il 15 luglio 2011.
  2. ^ Pelè70: più mito che padre, su calciomercato.com. URL consultato il 21 settembre 2012.
  3. ^ Arrestato per droga il figlio di Pelè, Corriere della Sera. URL consultato il 21 settembre 2012.
  4. ^ Pelè in lacrime: ho fallito, mio figlio si droga, Corriere della Sera. URL consultato il 21 settembre 2012.

Collegamenti esterniModifica