Apri il menu principale

Elio Signorelli

dirigente sportivo e calciatore italiano
Elio Signorelli
Elio Signorelli.jpg
Elio Signorelli con la maglia del Genoa (1993)
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Carriera
Squadre di club1
1987-1988 Genoa 14 (0)
1988-1989 Prato 24 (6)
1989-1990 Barletta 29 (4)
1990-1991 Genoa 2 (0)
1991-1992 Casertana 14 (0)
1992-1995 Genoa 4 (0)
1995-1996 Pro Sesto 19 (1)
1996-1997 Trapani 31 (4)
1997-1998 Savoia 22 (0)
1998 Marsala 13 (0)
1999 Borgosesia 19 (1)
1999-2002 Alessandria 39 (6)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Elio Signorelli (Napoli, 7 marzo 1970) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Signorelli è il fratello minore di Ferdinando, anch'egli calciatore.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Crebbe nelle giovanili del Genoa con cui esordì in prima squadra nella Serie B 1987-1988. Negli anni successivi fu ceduto in prestito[senza fonte] prima al Prato in Serie C e poi al Barletta in Serie B.

Nella Serie A 1990-1991 gioca due incontri in massima serie con il Genoa, subentrando all'85° della gara contro il Torino del 18 novembre 1990 (0-0 alla nona giornata)[1] ed all'80' della partita contro il Bari del 3 marzo 1991 (3-1 alla 23ª giornata).[2]

L'anno seguente viene ceduto di nuovo in prestito in Serie B alla Casertana.

Dal 1992 fa ritorno al Genoa, con la cui maglia fa altre 4 apparizioni in massima serie.

In seguito gioca nelle categorie inferiori, tra cui in Serie C1 con la Pro Sesto, con il Savoia, con il Trapani e con l'Alessandria.

Dirigente sportivoModifica

A partire dal 2002/2003 svolge il ruolo di Team Manager nel Livorno, preso dall'ex-presidente genoano Aldo Spinelli. Dal 2004 è il direttore sportivo della società toscana.

Nella stagione 2016-2017 diventa direttore sportivo del Mantova, militante in Lega Pro alla quale non rinnova il contratto a causa dei problemi economici che portarono la società lombarda al fallimento. Dal 19 marzo 2018 è ritornato ad essere il Direttore Sportivo del Livorno.

Vita privataModifica

Abita a Genova ed ha tre figli: India Signorelli, Gaetano Signorelli e Arturo Signorelli.


.[3]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Alessandria: 1999-2000

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterniModifica