Apri il menu principale
Emily Lamb
Emily Lamb by William Owen.jpg
Ritratto di Emily Lamb, contessa Cowper, di William Owen, 1810.

Consorte del primo ministro del Regno Unito
Durata mandato 6 febbraio 1855 –
19 febbraio 1858
Monarca Vittoria
Predecessore Catherine Hamilton
Successore Emma Bootle-Wilbraham

Durata mandato 12 giugno 1859 –
16 ottobre 1865
Monarca Vittoria
Predecessore Emma Bootle-Wilbraham
Successore Frances Elliot

Lady Emily Mary Lamb (178711 settembre 1869) è stata una nobildonna inglese.

Indice

BiografiaModifica

Era la figlia di Peniston Lamb, I visconte Melbourne, e di sua moglie, Elizabeth Milbanke. A causa delle numerose avventure di sua madre, la sua paternità non è mai stata verificata, ed è stato descritta come "avvolta nel mistero". La famiglia Lamb era politicamente di rilievo a partire dalla metà del XVIII secolo, raggiungendo il loro apice nella generazione di Emily. Suo padre venne nominato visconte Melbourne nel 1781. Suo fratello maggiore, William fu due volte primo ministro, mentre un altro fratello, Frederick era un diplomatico celebre, e un terzo, George era un drammaturgo minore e giornalista dell'epoca. Gli Lamb erano strettamente collegati con il partito Whig, ed erano intimi della regina Vittoria[1]. Non andava d'accordo con la moglie di suo fratello William, Lady Caroline Lamb, che lei chiamava "quella piccola bestiola".

MatrimonioModifica

Primo matrimonioModifica

Sposò, il 20 luglio 1805, Peter Clavering-Cowper, V conte Cowper, figlio di George Clavering-Cowper, III conte Cowper e di Hannah Gore. Ebbero cinque figli:

Divenne una delle donne più importanti del Club Almack[2] ed era nota per la sua gentilezza e generosità. Come molte delle dame della buona società dell'epoca, ebbe storie d'amore, tra cui uno con il diplomatico Carlo Andrea Pozzo di Borgo, in seguito ambasciatore russo in Gran Bretagna[3].

Secondo matrimonioModifica

A Almack, Lady Cowper era sempre più vista in compagnia di Henry John Temple, III visconte Palmerston, che era conosciuto come "Cupido" per le sue varie avventure amorose romantiche, tra con Dorothea Lieven e Sarah Villiers, contessa di Jersey. Palmerston era un appuntamento fisso delle sue feste e salotti, e siccome Lord Cowper sprofondò in un lungo periodo di malattia e di declino generale, Lady Cowper e Lord Palmerston iniziarono una relazione romantica. Ciò portò un avvicinamento di Palmerston al partito Whig.

Nel 1837, Lord Cowper morì. Questo permise un matrimonio tra Emily e Palmerston, anche se la loro età era un motivo di preoccupazione, in quanto, agli occhi della sua famiglia, Palmerston aveva una reputazione di donnaiolo. La questione venne sottoposta alla regina, la cui approvazione spianò la strada per il matrimonio il 16 dicembre 1839.

Andarono ad abitare a Broadlands e la loro l'unione era, a detta di tutti, decisamente felice. Durante il matrimonio, Lady Palmerston continuò la sua attività sociale.

MorteModifica

Nel 1865 Palmerston morì. Lady Palmerston morì l'11 settembre 1869.

NoteModifica

  1. ^ Philip Guedalla, Palmerston: 1784-1865, New York, G.P. Putnam's Sons, 1927, pp. 233.
  2. ^ Ellen Moers, The Dandy: Brummell to Beerbohm, Lincoln, University of Nebraska Press, 1960, pp. 43–45, ISBN 0-8032-8101-3.
  3. ^ Ridley pp.43-4

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN42226408 · ISNI (EN0000 0001 1135 374X · LCCN (ENno90004745 · GND (DE1055210458 · CERL cnp01985075