Enrico Rovelli

imprenditore italiano

Enrico Rovelli (Erba, 18 marzo 1944) è un imprenditore italiano. Conosciuto imprenditore dello spettacolo della provincia di Milano, è stato manager musicale di Patty Pravo e Vasco Rossi, oltre al nuovo rocker Simone Tomassini lanciato dallo stesso Rovelli e dall'etichetta di Vasco Rossi la "Bollicine". Fondatore di Radio Music e di noti locali milanesi quali il Rolling Stone, il City Square e l'Alcatraz. Ha anche preparato concerti italiani di Bruce Springsteen, Bob Dylan, Queen, Police, Clash, U2[1].

Nel 1997 ha perso il figlio Billy; nel 2010 è morto anche il figlio Davide, scenografo (a 44 anni, il 17 gennaio, a causa di un incidente stradale con una Dodge Viper[2]). Enrico Rovelli ha comprato una intera pagina del Corriere della Sera[3][4] per ricordare la sua morte (e il 2 febbraio 2010 ha partecipato alla trasmissione di Canale 5 Mattino Cinque, invitato dalla conduttrice Federica Panicucci per parlare della tragica vicenda).

A cavallo degli anni '60 e '70 era informatore della Questura di Milano e dell'Ufficio affari riservati del Ministero dell'Interno sotto lo pseudonimo di "Anna Bolena". Si infiltrò negli ambienti anarchici milanesi, gli stessi frequentati da Giuseppe Pinelli, al fine di raccogliere informazioni relativamente alle stragi di quel periodo[5].

Nel 2013 diviene il produttore di Anna Oxa.

NoteModifica

  1. ^ rockol.it
  2. ^ Davide Rovelli era conosciuto per avere progettato e costruito i palchi per vari concerti tra cui quelli di Antonello Venditti (vedi corriere.it) e di Vasco Rossi (nel periodo 1983-1997) (vedi corriere.it). Tipico era il suo motto di saluto Hola e fra le sue passioni vi era l'Aquilonismo da trazione. (Sull'incidente, vedi anche quattroruote.it Archiviato il 25 gennaio 2010 in Internet Archive.)
  3. ^ liquida.it sito consultato il 2 feb 2010
  4. ^ L'addio a Davide in corriere.it
  5. ^ ATTI la spia AARR Enrico ROVELLI, in 12 dicembre 1969 Piazza Fontana Strage di Stato, 2 maggio 2013. URL consultato il 21 agosto 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie