Eorcenberht del Kent

sovrano

Eorcenberht (... – 14 luglio 664) fu sovrano del Kent dal 640 fino alla morte, succedendo sul trono al padre Eadbald. La Leggenda di Mildrith suggerisce che era il figlio più giovane di Eadbald, e che era stato preferito al fratello maggiore Eormenred, anche se è possibile che i due abbiano regnato insieme.

Eorcenberht
Re del Kent
In carica640 –
664
PredecessoreEadbald
SuccessoreEcgberht
PadreEadbald
ConsorteSexburga di Ely
FigliEcgberht
Hlothhere
Eorcengota
Ermenilda
ReligioneCristianesimo

Secondo la Historia Ecclesiastica Gentis Anglorum di San Beda il Venerabile (III,8), Eorcenberht fu il primo sovrano in Britannia a ordinare la distruzione degli idoli del culto pagano e che venisse osservato il periodo della Quaresima. Dopo la morte di sant'Onorio, arcivescovo di Canterbury, Eorcenberht nominò il primo arcivescovo sassone, Deusdedit (655).

Eorcenberht sposò Sexburga[1] figlia di re Anna dell'Anglia orientale, da cui ebbe due figli: Ecgberht e Hlothhere (entrambi regnarono in successione), e due figlie poi canonizzate: santa Eorcengota, che divenne suora nell'abbazia di Faremoutiers-en-Brie in Europa, e santa Ermenilda, badessa di Ely.

Note modifica

  1. ^ Sexburga, ritiratasi dopo la morte del marito presso il monastero di Minster-in-Sheppey, divenne poi badessa dell'abbazia di Ely, e dopo la sua morte, avvenuta nel 699 fu proclamata santa (Santi, beati e testimoni-Santa Sexburga)

Bibliografia modifica

Voci correlate modifica

Collegamenti esterni modifica