Apri il menu principale
Eritrean Air Force
Aeronautica Militare Eritrea
Descrizione generale
Attiva1994 - oggi
NazioneEritrea Eritrea
ServizioAeronautica militare
Dimensione32 velivoli (al 2018)
Parte di
Simboli
CoccardaRoundel of Eritrea.svg
Distintivo di codaFlag of Eritrea.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

L'Aeronautica militare eritrea, internazionalmente nota come Eritrean Air Force, spesso abbreviata in ERAF, è l'attuale braccio aeronautico delle Forze di Difesa Eritree.

Storia ed espansioneModifica

L'aeronautica militare eritrea fu creata nel 1994, subito dopo la guerra di indipendenza. La maggior parte dei mezzi attuali è composta da velivoli lasciati indietro dalle forze sconfitte dell'Etiopia.

La guerra Etiopia-Eritrea rese necessario l'acquisto di alcuni MiG-29 e durante la stessa guerra, furono catturati anche alcuni elicotteri da attacco etiopici. Nel 2000 l'aeronautica eritrea acquistò 8 Su-25 dalla Georgia e 6 MiG-29 dalla Moldavia. Nel 2003 furono acquistati anche alcuni Su-27.

Il quartier generale della ERAF si trova nella capitale Asmara.

Aeromobili in usoModifica

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2018)[1]
Note
Aerei da combattimento
Mikoyan-Gurevich MiG-29 Fulcrum   Russia aereo da caccia
conversione operativa
MiG-29
MiG-29UB
5[1]
Sukhoi Su-27 Flanker   Russia aereo da caccia
conversione operativa
Su-27SK
Su-27UB
3[1]
1[1]
Aerei da addestramento
Aermacchi MB-339   Italia aereo da addestramento
aereo aereo d'attacco leggero
MB-339CE 5[2][1] 6 MB-339CE acquistati nel 1996, 5 in servizio al novembre 2018, in quanto un esemplare è andato distrutto durante la Guerra Etiopia-Eritrea nel giugno del 1998.[2]
Aerei da trasporto
Beechcraft King Air 200   Stati Uniti aereo da trasporto B200 1[1]
Harbin Y-12   Cina aereo da trasporto Y-12 4[1]
Elicotteri
Mil Mi-17 Hip   Russia elicottero da trasporto medio Mi-17
Mi-171
6[1]
Mil Mi-24 Hind   Russia elicottero d'attacco Mi-24D 6[1]
Bell 412   Stati Uniti elicottero utility Bell 412 1[1]

Aeromobili ritiratiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 16. URL consultato il 30 dicembre 2018.
  2. ^ a b "CONFLITTI DEL DOPOGUERRA: GLI MB339 ERITREI NELLA GUERRA DI CONFINE CON L’ETIOPIA", su difesaonline.it, 8 novembre 2018, URL consultato il 9 novembre 2018.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica